Medicina, i pionieri dell'immunoterapia contro il cancro vincono il Nobel

Adjust Comment Print

Il Premio Nobel per la Medicina 2018 è stato assegnato a James P. Allison e a Tasuku Honjo, per i loro studi sulle terapie anticancro basate sulla regolazione del sistema immunitario, ovvero sul freno naturale che riesce a bloccare l'avanzata dei tumori, sulle quali si basa l'immunoterapia.

I due scienziati condivideranno il premio che ammonta a 9 milioni di corone svedesi (870mila euro), come annunciato dall'Assemblea del Nobel riunita al Karolinska Institute di Stoccolma, l'università medica più prestigiosa di Svezia.

Il ricercatore James P. Allison ha studiato una proteina che funziona come 'freno' del sistema immunitario e così facendo ha scoperto le sue potenzialità nella lotta contro il cancro stimolando le cellule del sistema immunitario contro il tumore.

Napoli, Ancelotti cambia ancora: torna Callejon, si scalda Mertens
Qui di seguito diamo un'occhiata alle informazioni complete per vedere la partita in streaming ed in diretta tv. A livello generale è stata una buona partita.

Honjo ha invece segnato un altro passo lungo questa nuova strada scoprendo una proteina delle cellule tumorali che funziona anche come un freno, ma con un meccanismo d'azione diverso rispetto a quelli noti fino a quel momento. Le due scoperte insieme hanno mostrato differenti strategie utili ad inibire il freno del sistema immunitario che possono quindi essere utilizzate per curare il cancro. In altre parole, di aver rivelato la capacità del sistema immunitario di attaccare le cellule tumorali attraverso le cellule immunitarie. Entrambe le scoperte si sono tradotte nel tempo in nuovi approcci per la terapia contro i tumori che si stanno dimostrando molto promettenti. Gli inibitori del checkpoint, un tipo di farmaco che rilascia i "freni" delle cellule immunitarie che attaccano i tumori, hanno avuto un grande successo nel mercato.

James P. Allison, 70 anni, è immunologo americano e dal 2004 ha condotto le sue ricerche nel Memorial Sloan-Kettering Cancer Center di New York.

Ad oggi sono disponibili all'incirca 5 anticorpi anti-PD-1 o anti-PDL1 approvati dalla Fda, l'agenzia americana che regola i farmaci, per oltre una decina indicazioni in trattamenti oncologici.

Comments