Pressioni M5S su Tria:"Reddito di cittadinanza o dimissioni"

Adjust Comment Print

Pochi minuti fa Reuters ha citato una fonte del M5S, che avrebbe detto che è vero che ci sono tensioni sulla legge di bilancio, ma anche che non c'è alcuna minaccia per cacciare il ministro dell'economia Giovanni Tria. Inizialmente si parlava di 780 euro mensili ma ora sarebbe stato imposti dei vincoli dal ministro dell'Economia Giovanni Tria. "Non c'è nessuna rottura tra noi del Movimento 5 stelle e il ministro Tria o altri componenti del Governo". Lo ha ribadito anche il vicepremier Luigi Di Maio negli ultimi giorni. Per poi occuparsi di chi si trova in uno stato di "povertà relativa". Parte tutto dalle parole di Di Maio a CartaBianca martedì scorso quando ha ammesso che ci sarebbe stato "un grave problema" qualora fosse "frenato" il costo del reddito di cittadinanza all'interno della Manovra prossima. E rischia di accendere il falò la richiesta arrivata a via XX settembre di superare il 2 per cento, per trovare qualche risorsa in più per coprire il reddito di cittadinanza e l'elenco di misure considerate imprescindibili da ognuno per la tenuta del proprio blocco. Parliamo anche di persone che lavorano ma non guadagnano, padri a madri che hanno bisogno di sfamare i figli ma non hanno reddito. In caso contrario, ha dichiarato, "c'è un grosso problema per il nostro governo", facendo aleggiare - neanche in maniera tanto velata - la possibilità di far cadere il governo. Poi fonti del movimento confermano che se il ministro Tria non è in grado di garantire in manovra i fondi per far partire il reddito di cittadinanza a maggio 2019, i pentastellati ne chiederanno le dimissioni.

Flat tax e reddito di cittadinanza, no Tav e no Tap, minacce di sforamento sui paletti Ue e pace fiscale: a spegnere l'incendio delle promesse e delle minacce del governo Lega-M5S è dovuto intervenire Tria.

Juventus, Marotta addio: "Non sarò più ad. No alla Figc"
Questo club mi ha dato tanto, è stato un qualcosa di unico: da sempre fa crescere giovani dirigenti. Il giorno dopo Juventus-Napoli si continua a discutere delle dimissioni di Beppe Marotta .

L'intervista al quotidiano spagnolo serve anche a fornire rassicurazioni all'estero, visto anche il clima di scontri continui che si è instaurato con l'Unione europea.

Reddito di cittadinanza. La mozione Cinque Stelle - Lega impegna il Governo "ad assumere iniziative per istituire il reddito di cittadinanza, quale misura per il contrasto alla povertà, alla diseguaglianza e all'esclusione sociale". Ma non si potrà arrivare subito a quella cifra.

Comments