Euro, Conte: per l'Italia è moneta irrinunciabile

Adjust Comment Print

"Il paese riparte: rilanciamo la crescita economica, assicuriamo uno sviluppo sociale, prospettiamo una pubblica amministrazione e in particolar modo un fisco amico, adottiamo misure nel segno della equità e dello sviluppo sociale. Faremo investimenti di 15 miliardi nei prossimi tre anni".

"L'euro è irrinunciabile". Il presidente del Consiglio, Giuseppe Conte, lo ribadisce in un post su Facebook in cui fa inoltre il punto sulle misure messe in campo dal governo. Accompagneremo questo piano - spiega il premier - con la semplificazione burocratica, la riforma del codice dei contratti pubblici, la digitalizzazione dei servizi pubblici, l'accelerazione dei processi civili. "Sono fiducioso che gli investitori, che guardano a prospettive di medio e lungo periodo, troveranno molto conveniente investire in Italia, anche perché il nostro Paese, anche più di molti altri Paesi europei, offre il valore aggiunto di un solida stabilità politica". L'esecutivo inizia ad abbassare le tasse e a scommettere sul più grande piano di investimenti della storia repubblicana. "Sappiamo che il dialogo con l'Europa è importante e ci predisponiamo ad esso con la massima serenità".

Ciclismo: Valverde è campione del mondo
Alejandro Valverde ha vinto la prova Elite maschile del Mondiale di ciclismo su strada che si è conclusa a Innsbruck (Austria). Il forcing vero lo fa però Steven Kruijswijk e tra quelli che saltano c'è anche Nibali: per l'Italia diventa un autogol.

In questa ottica, il Presidente del Consiglio prova a tranquillizzare anche il Presidente della Repubblica Mattarella, che aveva espresso preoccupazioni sul rispetto degli impegni presi in sede europea: "La mia opinione è che i principi di equilibrio del bilancio e di sostenibilità del debito pubblico, a prescindere dal fatto che siano scritti nella Costituzione e nel fiscal compact, siano linee guida che qualunque governo responsabile deve tenere da conto".

Quanto alla sorte di Giovanni Tria, il ministro dell'Economia esce politicamente dimezzato? "Questi principi non impongono tuttavia di rinunciare ad esprimere una poliica economica e di finanza pubblica interpretando i bisogno dei cittaidni in base ai differenti cicli economici" le sue parole testuali nell'intervista.

Comments