Ciclismo, tragedia in Belgio: morto a 23 anni Jimmy Duquennoy

Adjust Comment Print

È morto il ciclista belga Jimmy Duquennoy, ne ha dato notizia il team WB-Aqua Protect-Veranclassic che ha spiegato di aver "appreso sabato mattina la terribile e insopportabile notizia della morte del suo corridore Jimmy Duquennoy". Lo ha comunicato il suo stesso team, sotto choc per l'accaduto. Jimmy è morto imporovvisamente ieri sera a casa sua. "Era il ragazzo più gioviale, più gentile, più aperto".

Dopo aver iniziato la carriera nel team Color-Code-Aquality Protect, Duquennoy era diventato professionista nel 2016. Siamo vicini alla famiglia e ai parenti di Jimmy.

Tsunami Indonesia: il bilancio provvisorio sale a 384 morti e 600 feriti
Al momento del terremoto , 71 stranieri erano a Palu e la maggior parte viene evacuata, ha spiegato il portavoce. Immediatamente scatta l'allerta tsunami che tuttavia dopo circa un'ora viene inspiegabilmente ritirato.

Una tragedia ci cui non si trova una spiegazione. Secondo i media locali la sua morte sarebbe la conseguenza di un attacco cardiaco anche se con molta probabilità sarà l'autopsia a confermarlo.

Mercoledì Jimmy aveva disputato la Sparkassen Münsterland Giro, classica tedesca di fine stagione nella quale si era ritirato. Eravamo insieme, stava bene. Si tratta di altri due giovani belgi: quest'anno il 23enne Michael Goolaerts durante la Parigi-Roubaix e il 22enne Daan Myngheer al Criterium International 2016. Venerdì il giovane su Facebook aveva chiesto alcune informazioni per una crociera sul Nilo.

Comments