F1, Gp Giappone: Lewis Hamilton vince, Sebastian Vettel solo sesto

Adjust Comment Print

Oggi conosceremo la griglia di partenza del Gran Premio del Giappone 2018 di Formula 1 sul circuito di Suzuka: davvero grande è la curiosità per scoprire come andrà a finire la battaglia per la pole position sul tracciato che è uno dei più tecnici del mondo, particolarmente amato infatti sia dagli appassionati sia dagli stessi piloti. Tornando agli errori di ieri, il capo scuderia chiarisce che "in alcuni casi l'arrabbiatura ci sta, ma a parte questo, si discute ma questo non significa avere fratture o problemi di altra natura". Ovviamente, è stata una decisione sbagliata ed ora è facile dirlo, ma sarebbe potuto andare diversamente. Non bene le Ferrari con il quarto tempo di Kimi Raikkonen (1:29.521) e il nono di Sebastian Vettel che ha fermato il cronometro in 1:32.192 ma protagonista di un paio di errori nel giro veloce con le slick prima dell'arrivo della pioggia. Hartley (Toro Rosso), 7. Kevin Magnussen (DAN) Haas-Ferrari 1:30.226; 13.

La classifica cambia, però, dopo la sosta ai box dove, con tempismo e strategia perfetta la Red Bull riesce nell'impresa di mettere Ricciardo davanti a Raikkonen, mentre davanti non cambia nulla con Hamilton sempre al comando su Bottas.

"Nelle prove libere del venerdì, la prima sessione ha visto la Mercedes del britannico Lewis Hamilton (1'28" 691) la più veloce in pista. Ma nonostante un ritmo piuttosto elevato, il deficit prestazionale della power unit Renault non permette all'olandese di tentare un concreto attacco a Bottas, che mantiene, quindi, la seconda posizione. Il podio è completato dalla Red Bull (319). La mescola più morbida disponibile per Suzuka è la supersoft, decisamente meno estrema in termini di prestazioni rispetto alla hypersoft, disponibile nelle ultime due gare.

Grande Fratello Vip, doccia vestita per Lory Del Santo
Utilizzare la sofferenza di una madre per aumentare l'audience è forse una delle scelte peggiori che si possa fare. Infatti per la doccia di oggi all'interno della Casa del Grande Fratello Vip ha scelto di lavarsi vestita.

Le Ferrari per tutto il weekend non sono apparse al livello delle Mercedes, ma un risultato così in qualifica era difficilmente pronosticabile alla vigilia.

In un Giappone dal cielo poco "onesto" e dall'asfalto scivoloso, Vettel e Raikkonen scendevano in pista alla ricerca della giusta "quadratura di assetto", ma il tedesco nella curva più lenta di Suzuka si girava senza compromettere l'incolumità della sua monoposto, mentre nel frattempo Ericsson faceva uscir fuori la bandiera rossa per aver sbattuto la Sauber Alfa Romeo.

Comments