Le lacrime del Papa: si commuove al primo incontro coi vescovi cinesi

Adjust Comment Print

"Padri sinodali, la Chiesa vi guarda con fiducia e amore", ha assicurato il Papa ai presenti. Bergoglio non teme di affrontare le critiche, purché siano costruttive. "Pertanto la Chiesa è veramente chiamata a dare un contributo di fondo e si è sempre occupata della gioventù ma in questo momento credo che questo accento che noi vogliamo dare alla pastorale è molto sintomatico perché vogliamo rinnovare la stessa Chiesa all'interno e avere energie nuove che sappiano vedere il futuro e dare un contributo alla società", aggiunge il porporato. Rinuncia dettata da "motivi personali", strando alla spiegazione del vescovo Fabio Fabene, sottosegretario del Sinodo, ma più realisticamente per mostrare il suo disappunto su metodi e tematiche a cui hanno dato subito voce le assise giovanili, giudicate dal conservatore Sarah "troppo spinte ed audaci".

"La Chiesa, durante quattro anni, ha lavorato per ringiovanire il proprio volto, per meglio corrispondere al disegno del proprio Fondatore, il grande Vivente, il Cristo eternamente giovane". L' Istruzione amplia la composizione della Segreteria Generale: il Consiglio Ordinario sarà d' ora in poi costituito da ventuno vescovi, di cui sedici eletti dall' Assemblea Generale Ordinaria.

"Chiesa semplicemente non classifica le persone in questo modo". "Gerarchica comunione" è una espressione che appare come una contraddizione in termini, ma il contesto del documento sembra significare che tra il Papa ed il Sinodo si stabilisce una collocazione allo stesso livello gerarchico, e non più un rapporto di subordinazione.

Chaput ha messo le cose subito in chiaro: "Non esiste un 'cattolico Lgbt o un cattolico transgendero un cattolico eterosessual".

Milik rapinato a Napoli nella notte, uomini armati gli rubano il Rolex
Serata da dimenticare per l'attaccante Arek Milik , derubato a Varcaturo dopo la vittoria del suo Napoli contro il Liverpool . Ed uno dei due - secondo quanto riportato da 'Il Mattino ' - gli avrebbe puntato una pistola al volto .

Tra i pochi cardinali a parlare con la stampa, il tedesco Reihnard Marx. I giovani "vogliono - ha spiegato il porporato - essere protagonisti del rinnovamento ecclesiale in atto: insieme ai Pastori e agli adulti desiderano contribuire a edificare una Chiesa più evangelica, più coraggiosa, più partecipativa e più missionaria".

Alla domanda se in questi giorni si parlerà anche di celibato, soprattutto in relazione alle situazioni di abusi sessuali nella Chiesa, il vescovo Stefan Oster ha risposto citando lo studio tedesco sugli abusi in Germania presentato la settimana scorsa: le difficoltà delle persone che abusano non nascerebbero tanto "dal loro stato di vita celibatario", ma piuttosto da derive legate a una "sessualità immatura".

Un altro delegato tedesco, il vescovo Stefan Oster, si è invece detto colpito "dal fatto che alcune questioni che riguardano i giovani e la Chiesa sono in una certa misura globalizzate: la digitalizzazione, la sessualità, la trasmissione della fede". Su questo si è soffermato anche il card. Reihnard Marx: "Se è vero che sul tema degli abusi dobbiamo concentrarci - ha detto il cardinale -, non dobbiamo però dimenticare che ci sono tanti altri temi che fanno inorridire, che coinvolgono i giovani e che emergono nell'aula del Sinodo: le migrazioni, il traffico degli esseri umani, lo sfruttamento della prostituzione".

Papa Francesco ha aperto ieri a Roma il Sinodo sui giovani: I giovani, la fede e il discernimento vocazionale. Marx ha detto che sono seduti tutti da una parte "ma la loro presenza si sente attraverso i loro applausi e si capisce che cosa pensano: a volte non applaudono quasi, a volte l'applauso è impetuoso". Che lo Spirito ci unga con il dono dei sogni e della speranza perché possiamo ungere i giovani con il dono della profezia e della visione.

Comments