CR7 e il presunto stupro: spunta l'accordo segreto

Adjust Comment Print

La decisione è arrivata a circa due settimane dalla denuncia di Kathryn Mayorga al settimanale tedesco Spiegel, che ha di fatto riaperto il caso: secondo quanto riferito dalla modella, oggi 34enne, Ronaldo l'avrebbe violentata in una camera d'albergo il 13 giugno 2009 a Las Vegas.

Ad accusare Ronaldo è Kathryn Malorga, all'epoca modella di 25 anni che ha accettato di raccontare la vicenda allo Spiegel confermando quando ricostruito dai giornalisti tedeschi sulla base dei documenti. L'attaccante portoghese ha respinto tutte le accuse con un comunicato: "Nego fermamente". A tal proposito il giornalista di Repubblica scrive: "Nella sua testa continua a circolare la convinzione che tutto quello che sta accadendo (i premi negati, la storia dello stupro, l'espulsione di Valencia, gli sponsor in fuga) stia prendendo i contorni del complotto (e a tirar le fila sarebbe Perez, manco a dirlo) e insomma di serenità addosso ne ha poca". "Non alimenterò il circo mediatico creato da coloro che vogliono cercare di promuoversi a mie spese". Dopo un'intervista rilasciata dalla donna a un settimanale tedesco, la polizia di Las Vegas ha deciso di riaprire il caso. Nello stato del Nevada, dove si trova Las Vegas, non esiste prescrizione per il reato di stupro.

Torino, lo sfogo di Mazzarri: "Noi continuamente calpestati dagli arbitri. Sono stufo"
Probabilmente - ha esordito Mazzarri sarcastico - l'allenatore non è bravo, altrimento il Toro avrebbe fatto sei gol . Meritiamo più attenzione, anche sui falli a metà campo che fanno partire dei contropiedi pericolosi.

Il calciatore, allora in procinto di trasferirsi al Real Madrid e già star del calcio mondiale con la maglia del Manchester United - con la quale aveva già conquistato una Champions League, un Mondiale per club, tre Premier League e il Pallone d'Oro 2008 -, avrebbe conosciuto la ragazza all'interno del Rain, locale per Vip e l'avrebbe poi invitata a proseguire la serata con una festa privata nella sua suite. E gli scricchiolii si avvertono anche da altri lidi. La società bianconera ha preso le difese del calciatore sperando che la sua posizione venga chiarita quanto prima. La donna sarebbe stata convinta a parlare anche dalla minor paura determinata dallo sviluppo del movimento #metoo. In passato si sono rivolti a lui anche Paris Hilton, Leonardo Di Caprio, David Copperfield, Mike Tyson, Shaquille O'Neal, Andre Agassi e la famiglia di Michael Jackson. Il calciatore è inoltre legato al colosso Nike con un contratto fino al 2023 ma l'azienda si dice "profondamente preoccupata dalle accuse inquietanti e continuerà a monitorare la situazione".

Comments