L'Inter vince anche contro la Spal: Icardi ancora decisivo

Adjust Comment Print

Nella ripresa fa imbestialire la SPAL perché ferma un'azione potenzialmente pericolosa per ammonire Sime Vrsaljko, quando avrebbe potuto tranquillamente aspettare che il gioco si fermasse per mostrare il provvedimento disciplinare: ne fa le spese Simone Missiroli, che prende a sua volta il giallo per proteste, ma è l'ennesimo segnale di come la partita gli stia sfuggendo di mano senza nemmeno che ci sia qualcosa di clamoroso. "Hanno anche rischiato nell'uno-contro-uno a metà campo". "I gol in trasferta li avevo fatti anche l'anno scorso - ha aggiunto - avevo fatto 29 gol, non è che mi mancava il gol da tanto, sono tranquillo, so che lavoro tutti i giorni per il bene della squadra, lavoro per i miei compagni e facciamo bene in campo".

"Non era una partita facile, sotto diversi aspetti".

" Ci si può arrivare, ma se arrivano come quelli della SPAL qualcuno deve entrare tra i mediani".

MotoGp Thailandia, Dovizioso: "Secondo, ma molto felice"
Ma giustamente sta dov'è, degno avversario di colui che si avvia a essere il più grande della storia. Come dire: se la moto gli dà una mano, lui è in grado di sfruttarla bene.

Mettiamo adesso in evidenza nelle probabili formazioni di Spal Inter i giocatori che vantano finora i migliori numeri stagionali per i ferraresi e i nerazzurri.

" Gol importanti, da tre punti". L'Inter schiererà invece il bomber e capitano Mauro Icardi, che però finora ha segnato solo un gol su 13 tiri tentati, con due assist comunque da non sottovalutare, tenendo naturalmente conto che l'argentino ha invece segnato due gol in Champions League. Così Luciano Spalletti, allenatore dell'Inter, ha commentato ai microfoni di Sky la vittoria sofferta dell'Inter contro la Spal.

In attacco dovrebbe tornare dall'inizio Antenucci, poi Paloschi cerca conferma a svantaggio, stavolta, di Petagna che rimane però in pole sul compagno. Vecino e Brozovic corrono più di tutti? Al rilancio dal 1' minuto per Fares sulla fascia e per Vicari al centro della retroguardia. Fasce d'attacco occupate da Keità e Candreva, con il primo provato venerdì al posto di Perisic tra i titolari.

Comments