Maurizio Arrivabene: "Inaccettabile quanto accaduto"

Adjust Comment Print

Maurizio Arrivabene, dopo il disastro in qualifica di oggi a Suzuka, non ha esitato a definire inaccettabile la scelta dei suoi uomini e della Ferrari. Si eviterebbe di fare scelte affrettate e di poco senso come mettere le intermedie per la pioggia quandola pista è ancora asciutta e non sta piovendo.

"Sapete che ci ho messo sempre la faccia e premetto che anche se la vettura oggi è cresciuta rispetto a ieri, non avremmo fatto la pole ma quello che è capitato è inaccettabile". Come ho già spiegato in tempi non sospetti, ci sono gare in cui la nostra macchina è molto forte, altre gare dove te la giochi con Mercedes e su circuiti come questo, che necessitano di un carico molto alto, ci sono dei problemi.

"I ragazzi sono stati bravi, la squadra ha lavorato bene e hanno lavorato bene anche i piloti. Qualcuno che fiuti l'aria e ci sappia indirizzare, compiendo scelte tattiche giuste" ha dichiarato alla Gazzetta dello Sport. "Ciò non toglie nulla ad Hamilton che è un grande pilota".

Migranti, assaltata la sede francese di SOS Méditerranée: 22 fermati
Gli assalitori e sono stati posti in stato di fermo e sono accusati di " violenza volontaria e sequestro in concorso ". Se Panama ufficializzerà il ritiro della sua bandiera dalla nave, Aquarius non potrebbe più lasciare il porto.

Dopo una settimana davvero dura a livello mediatico dove si sono rincorsi rumors riguardanti l'attuale, e permettetemi dire delicatissima, situazione interna in casa Ferrari, anche Maurizio Arrivabene ha sbottato, probabilmente anche se con ragione. Se fosse per me il Mondiale finirebbe con una Ferrari vincente, bisogna essere realisti, abbiamo cinquanta punti da recuperare, questa non sarà una gara facile, ma arrendersi oggi è sbagliato, devi comunque lavorare in maniera dignitosa ma altrettanto focalizzata.

LECLERC E IL FUTURO - In tempi non sospetti Arrivabene aveva detto che c'era un nuovo Airton Senna, parlando di Leclerc: "Sì, è vero, però non facevo ancora questo lavoro, però è vero. - ha confermato il team principal della Rossa -Secondo me Leclerc sa prendersi le sue responsabilità". Vi faccio un esempio, raccontandovi un episodio: quando è mancato il padre, me lo sono ritrovato sull'aereo, sul nostro charter, per partire per un Gran Premio. "Poi torno e seppellirò mio padre".

Comments