Volley, Modena conquista la Supercoppa. Trento battuto al quinto set

Adjust Comment Print

Un 3-0 in un'ora e quaranta di gioco che non può trovare giustificazioni negli importanti cambi, in entrata e in uscita, effettuati in estate dalla società del patron Sirci. I Block Devils provano ad aggrapparsi all'opposto Atanasijevic (15) ma nulla hanno potuto contro una Trento intenzionata a puntare alla vetta in questa stagione appena iniziata. Sì, perché alla faccia di un fair play più sulla carta che reale, nessuno si sognerebbe di alzare la mano per prendere un cartellino verde quando non c'è più la possibilità di rivedere l'azione. E' un incontro tra ex palleggiatori quello andato in scena nel tardo pomeriggio di Perugia, con Bruno adesso in maglia biancorossa e Christenson a strisce gialloblù. È Trento a piazzare il primo break (17-14), subito annullato da Modena, che poi risponderà con un contro break (22-19).

Trento, con le spalle al muro, è chiamata ad una reazione convincente.

Trento in vantaggio anche nel secondo parziale (4-6, 11-13) grazie in particolar modo a Giannelli, quindi ci pensano Kovačević e Russell ad affondare per l'accelerate che vale il 21-25 e lo 0-2 a favore degli ospiti.

Il rush finale è nel segno di Kovacevic (21-19) e Lisinac (24-22); spunti che consegnano il primo set già sul 25-22 (errore a rete di Lanza). Il set si conclude a 19-25. Curiosamente però è solo uno il precedente tra i due club in Supercppa: tale occasione fu nell'edizione 2017 della manifestazione dove poi fu Perugia non solo a vinse la semifinale con la Diatec (con il risultato di 3-1), ma pure la finale, realizzando così una tripletta (con Coppa Italia e Scudetto) unica nella storia. In rete anche Atanasijevic, si va ai vantaggi (24-24). Ancora il muro trentino grande protagonista (16-22).

Fmi taglia le stime del pil dell’Italia: "Preservare la riforma Fornero"
Il punto è che l'Italia si conferma comunque l'economia con la crescita più bassa in Europa. L'Italia fanalino di coda di Eurolandia .

Trento si aggiudica il punto del 16 a 13 dopo una lunga azione chiusa da Kovacevic. Altro muro trentino, stavolta con Lisinac (1-4). Primo set che viene aggiudicato dalla formazione trentina, che prende il largo nel finale dopo un cenno di rimonta di Perugia con un intervento perfetto di Lanza.

Ricordiamo che la prima semifinale tra Perugia e Trento sarà visibile in diretta tv sulla Rai: appuntamento alle ore 17.00 al canale Raisport+, al numero 57 del telecomando del digitale terrestre. I canarini non si arrendono e vincono il set con un attacco di Bednorz, con il punteggio di 23-25. Angelo Lorenzetti.ARBITRI: Goitre di Torino e Simbari di Milano.

Enorme delusione alla 'prima' della stagione per la Sir Perugia. Nonostante i molti cambiamenti nel roster di entrambe la differenza l'ha fatta la compattezza del gioco di Trento, Russel e Lisinac subito nel vivo delle dinamiche mentre la latitanza della diagonale di posto 4 della Sir è sta evidente e non ha permesso alla formazione di Bernardi di esprimere un gioco in grado di impensierire gli avversari.

Giannelli 3, Vettori 9, Lisinac 6, Candellaro 5, Russell 9, Kovacevic 15, Grebennikov (libero), Van Garderen, Nelli 1. N.e. Daldello, De Angelis. All.

Comments