123 bambini 'scomparsi' ritrovati negli Stati Uniti: ecco cosa volevano farci

Adjust Comment Print

Un grande scandalo: le autorità di Detroit, negli Stati Uniti, hanno ritrovato e salvato 123 bambini scomparsi, alcuni dei quali erano stati rapiti per essere destinati al traffico sessuale. La scoperta a Detroit riguarda ben 123 minori scomparsi da tempo di cui non si avevano notizie, sono stati ritrovati con evidenti segni di abusi sessuali e in grave stato di denutrizione e di sofferenza psicologica.

L'operazione degli US Marshals, denominata MISafeKid, è stata condotta nella contea di Wayne County: l'obiettivo era quello di localizzare 301 minorenni scomparsi.

Una volta dato il via all'operazione, tutti gli agenti hanno iniziato le indagini partendo dagli ultimi indirizzi conosciuti dei bambini scomparsi, dalle case dei loro amici e dalle scuole che frequentavano.

Fortunatamente nessuno dei bimbi sequestrati ha subito violenze fisiche, ma sarebbe successo presto poiché almeno tre di loro erano destinati al mercato del sesso. Non mangiava da 3 giorni.

Volley, Modena conquista la Supercoppa. Trento battuto al quinto set
Giannelli 3, Vettori 9, Lisinac 6, Candellaro 5, Russell 9, Kovacevic 15, Grebennikov (libero), Van Garderen, Nelli 1. I canarini non si arrendono e vincono il set con un attacco di Bednorz, con il punteggio di 23-25.

Alcuni ragazzi sono stati restituiti alle famiglie, altri sono invece stati consegnati ai Servizi di protezione dell'infanzia.

In una nota gli US Marshals fanno sapere che non smetteranno mai di cercare i bambini scomparsi.

L'operazione "MI Safe Kid", che ha permesso di ottenere informazioni utili anche in merito a due casi di rapimento avvenuti in Texas ed in Minnesota, ha coinvolto anche il National Center for Missing and Exploited Children (Centro nazionale per i bambini scomparsi e sfruttati), l'U.S. Department of Housing and Urban Development (HUD, Dipartimento della casa e dello sviluppo urbano) e diversi distretti di polizia del Michigan.

Comments