Ronaldo: Spiegel, centinaia di documenti a sostegno della violenza

Adjust Comment Print

"Questo hacker - continua l'avvocato di Ronaldo - ha poi tentato di vendere i dati, e un mezzo di comunicazione ha finito, irresponsabilmente, per pubblicare parti significative di questi dati rubati, e che peraltro erano state alterate o completamente 'fabbricate'".

Il ruolo del real - Secondo il Correio, i legali di Ronaldo puntano a smontare punto per punto l'accusa della Mayorga e tirano in ballo anche il Real Madrid: sarebbe stato il club spagnolo a mettere pressione sul giocatore perché firmasse l'accordo e versasse alla donna un indennizzo.

In particolare il riferimento è alla notizia secondo cui fu proprio il Real Madrid a fare pressioni su Ronaldo affinché firmasse l'accordo con Kathryn Mayorga nel 2010 per evitare venisse intaccata l'immagine del club. La polizia ha riaperto un'indagine. In questa ipotesi, Ronaldo sarebbe costretto a rientrare definitivamente in Portogallo, dove non vigono accordi di estradizione, e da là potrebbe essere chiamato a testimoniare in videoconferenza.

Verissimo, Simona Ventura con Stefano Bettarini e Nicoletta Larini: confessioni dopo Temptation
Insomma un rapporto molto bello che si è rafforzato ancora di più dopo il tragico evento occorso a Niccolò a luglio 2018 . Quest'anno il compleanno di Niccolò Bettarini è stato davvero speciale e ha riunito Stefano Bettarini e Simona Ventura .

Qui abbiamo riassunto l'intera vicenda che vede coinvolto Cristiano Ronaldo, giocatore della Juventus, nelle accuse di stupro della modella Kathrin Mayorga.

"Ronaldo ha detto chiaramente in un comunicato che è totalmente impegnato con la Nazionale, quindi non c'è nulla che suggerisca che non tornerà, anzi è il contrario".

Negli ultimi giorni si sta scatenando il dibattito sull'ala protettiva che è immediatamente scattata intorno al calciatore (mentre per altri casi di presunto stupro è subito partita la gogna dei media); non solo: stanno emergendo sempre più retroscena collegati a quella vicenda. In primis, ha risposto alle accuse del nuovo bellicoso avvocato della 34enne del Nevada: Leslie Stovall aveva denunciato la sparizione di alcune prove, comunque non rilevanti nella cornice dellaccusa, come un primo verbale, il vestito e lintimo che la sua cliente consegnò dopo la visita che avrebbe certificato la violenza.

Comments