Nazionale sbiadita, l’Italia non si sblocca più

Adjust Comment Print

Al 10' del secondo tempo conclusione violenta di sinistro di Bernardeschi da fuori area, Pyatov impeccabile fino a quel momento pasticcia e non riesce a bloccare la sfera che carambola in rete.

" Il Portogallo ha fatto un'ottima partita in Polonia, contro quella che rimane un'ottima squadra con giocatori di livello". Al 54' però ci pensa a Bernardeschi a sbloccare la partita: sul gran tiro rasoterra dello juventino Pyatov smanaccia maldestramente nella propria porta. "Ma alla fine il pareggio è stato giusto".

Il bianconero in stato di grazia anche in Nazionale: "Ho visto un'Italia più matura e che sa giocare a calcio".

Nel giorno del suo debutto in nazionale tutti gli occhi erano puntati sul talento del Cagliari, Nicolò Barella: "Con Jorginho e Verratti mi sono trovato benissimo, due grandi campioni che non hanno mai rinunciato a darmi una mano, anche a combattere l'emozione dovuta all'esordio". Ripeto, il mio compito di ct è di ricostruire la squadra. In realtà non ci dice nemmeno bene, stasera meritavamo di fare un altro paio di gol.

Nel progetto tanti piedi buoni di Mancini, Federico Bernardeschi sembra quello che si è calato meglio nella parte, oltre ad essere stato il più bravo nel gestire gli attacchi.

Di Maio: ‘Ue e media vogliono far cadere il governo’
Come a dire che più la Ue si mette contro il nostro Paese più alimenterà il sentimento euroscettico e sovranista. "Non c'è nessuna volonta di uscire dall'Europa , né dall'euro".

IMMOBILE - "Il messaggio non era per me, era per voi giornalisti". Il primo tempo si chiude sulla doppia occasione: prima Insigne a giro e poi Barella sulla ribattuta si fa murare dagli ucraini. Ma può capitare di trovare una soluzione anche senza. No, non è così: è solo una partita di calcio, ma non cambierebbe assolutamente niente. "Contro la Polonia sarà un match decisivo, la squadra sta crescendo e dobbiamo continuare in questa direzione".

Allo scoccare dell'ora di gioco, però, la Nazionale comincia a sciogliersi e disunirsi: il goal di Malinovskyi gela Chiellini e compagni, e in più di un'occasione la formazione ospite sfiora anche il colpaccio, centrando una traversa con l'autore del pareggio.

Se la sente di fare già un primo bilancio azzurro? Dopo ci riguarda, ma nemmeno direttamente.

"Resta il rammarico per il risultato che non arriva". La sfida contro l'Ucraina ha invece fatto registrare il dato peggiore, con 5,8 milioni di spettatori e il 23,2% di share.

A preoccupare in particolare le fragilità difensive messe in mostra dalla squadra nella ripresa, in particolare dopo il gol subito, dove gli ucraini hanno avuto troppi spazi.

Comments