Insigne: "Sempre tifato Napoli e il mio cane si chiama Pocho"

Adjust Comment Print

Da Trento, dove ha preso parte "Il Festival dello Sport", Carlo Ancelotti si dice felice di questi suoi primi d'esperienza al Napoli. Tutta colpa della Lazio e della Roma, che in quelle due stagioni di Carletto in bianconero riuscirono a sfilare alla Vecchia Signora lo scudetto. La differenza è a livello ambientale, 9 anni all'estero tra Inghilterra, Francia, Spagna, Germania, stadi nuovi e pieni, ma soprattutto rivalità sportiva, noi - ha attaccato Ancelotti - siamo rimasti indietro, ancora con gli insulti. La miglior medicina possibile, da qualsiasi tipo di insulto. Bisogna finirla: non si tratta di rivalità ma di maleducazione.

"Napoli è una bella famiglia, un bellissimo ambiente". Ora però abbiamo un impegno molto tosto contro il Psg. "Insomma mi sembra una Champions molto più equilibrata, anche perché il Real ha perso un giocatore molto, molto importante". La Juventus credo che sia molto competitiva. "Sente la responsabilità del ruolo - spiega Ancelotti - e deve sentirsi sempre importante per la squadra: questo è l'ultimo step che gli serve per fare il definitivo salto di qualità". "Non uso il pugno duro, le mie caratteristiche sono altre e chi mi sceglie, sa bene come sono fatto". Poi ovviamente c'è Arrigo Sacchi, col quale ho passato 5 anni da giocatore e 3 da assistente, durante i quali ho imparato tanto. "Sei punti dicono che può succedere di tutto e con questo allenatore si è capito che il Napoli è tornato molto forte".

Calcio: Biraghi gol con dedica ad Astori
IL CENTRAVANTI - "Ho detto che è importante, ma alle volte si trova una soluzione. come è successo al Napoli". Cristiano Biraghi ha regalato tre punti all'Italia con il gol nel finale contro la Polonia .

IN EUROPA ORA SI GIOCA UN CALCIO PIU' OFFENSIVO - Infine uno sguardo al futuro: "Il calcio si è evoluto molto dagli anni 80".

Comments