Ritrovato ad Edimburgo l'imprenditore di Lajatico scomparso: resta il mistero

Adjust Comment Print

Nonostante il ritrovamento avvenuto nelle scorse ore in un ospedale di Edimburgo, continua a essere un mistero la storia di Salvatore Mannino, imprenditore 52enne scomparso dal 19 settembre da Lajatico, in provincia di Pisa, senza dire niente e senza nessun apparente motivo. Le ricerche sono scattate subito e, due giorni dopo, la sua auto è stata ritrovata parcheggiata in una zona trafficata di Pontedera (Pisa). Ad infittire il mistero anche il biglietto con messaggio criptato lasciato a casa, cifre che decodificate avrebbero composto la frase "Perdonami, scusa". L'uomo si era allontanato dopo avere accompagnato uno dei figli a scuola ma l'auto era stata poi abbandonata in strada.

L'imprenditore è stato trovato in stato confusionale mentre era in terra nella cattedrale di Sant'Egidio a Edimburgo e portato in ospedale.

Allerta meteo per tutto il week end
Venti: forti sud-orientali su Sicilia, Calabria e Sardegna , con locali raffiche di burrasca; tendenti a forti settentrionali sulla Liguria.

È possibile immagine tutto il dramma che la famiglia Mannino, una volta sollevati dall'averlo trovato sano e salvo in un altro Paese, abbia invece provato quando lui non rispondeva in italiano, non ricordava il proprio nome e soprattutto non riconosceva nessuno dei suoi stessi famigliari. Ma ci sono ancora tanti dubbi da sciogliere su questo misterioso caso.

Eppure la famiglia ha confermato che fino alla scomparse Salvatore Mannino era assolutamente normale e conduceva una vita apparentemente felice. Fu la moglie a formalizzare la denuncia di scomparsa il giorno seguente ai carabinieri, il 20 settembre scorso: ricordiamo che Mannino è titolare di una cooperative di servizi in provincia di Firenze, a Fucecchio per la precisione.

Comments