SKY - Napoli, suggestione Barella, il ds azzurro Giuntoli: "Bisogna chiamare in banca..."

Adjust Comment Print

La battuta finale di una normale conferenza stampa di presentazione di una sfida di campionato: nasce così la suggestione Barella, per il Napoli, direttamente dalle parole di Carlo Ancelotti. "Quelle partite ti aiutano a crescere più in fretta". Quindi assoluta priorità alla trasferta in Friuli. Secondo quanto scrive l'edizione odierna del Corriere dello Sport, il centrocampista sarà l'osservato speciale nel match di domani sera tra friulani e partenopei. "Li ho tutti a disposizione, tranne Insigne, Ounas e Luperto". "Non ha un problema grosso, ma è indisponibile, lavorerà in questi giorni per recuperarlo per mercoledì". "Non guardiamo agli altri e facciamo il nostro cammino". Sono venuto a Napoli per ottenere il massimo. "I demoni ci sono nel calcio, ma a Napoli no". Lo stesso discorso vale per la società e per il presidente. Può migliorare dal punto di vista mentale, ma è talmente intelligente che migliorerà ancora.

"Non lo so. E' stato un argomento trattato anche a Ginevra e in qualche occasione è stata utilizzata la sostituzione nei tempi supplementari". "Ha un'identità precisa, si difende con ordine, riparte in contropiede, Lasagna è pericoloso in questo ma prepareremo una strategia adeguata". "E nemmeno sui play-off scudetto". "Così è più facile centrare l'obiettivo della vittoria".

"E' chiaro che darò priorità a quelli che sono stati qua ad allenarsi. Milik e Zielinski hanno avuto il tempo di riprendersi". Bisogna considerare anche i viaggi. "Tranne il problema a Lorenzo gli altri hanno recuperato tutti, poi Ospina è arrivato ieri, Diawara s'è allenato oggi..." "Queste sono le considerazioni da fare". E poi dicono gli esperti, anche andando a rivedere il passato, che perlomeno un altro migliaio sarà sparso in Tribuna, e dunque siamo oltre i tremila.

Insigne può recuperare per Parigi? Nello spogliatoio si vedono chi sono le persone, di Ibrahimovic si ha un'immagine diversa da quello che è davvero.

Berlusconi bacchetta Gattuso: "Non mi piace il Milan ad una punta"
Non capisco perché ci arrivo io , ci è arrivato Ancelotti e anche Capello e non ci arriva l'attuale guida tecnica. I lustrini e le paillettes di un tempo sono lontani: non ci sarà la ressa dei derby o la sfida fra icone.

"Assolutamente sì. Abbiamo cambiato qualcosa, ma sono soddisfatto a livello individuale del rendimento".

- I giocatori pensano di poter battere chiunque: è la mentalità che vuoi?

Il Napoli potrebbe acquistare il calciatore o quantomeno strappare un accordo di massima con Pozzo già nel mercato di gennaio per poi chiudere ufficialmente l'operazione a giugno.

Comments