La lettera Ue forse oggi a Tria

Adjust Comment Print

Lo ha detto il commissario europeo agli affari economici e finanziari, Pierre Moscovici, in conferenza stampa al Mef. Sulla manovra sono "convinto - ha aggiunto - della stabilità del nostro impianto" perché "incide efficacemente sulla crescita del Pil".

"Come voi sapete, il governo italiano ci ha inviato il suo programma di bilancio all'inizio della settimana, che conferma gli annunci fatti dal governo la settimana scorsa. Una economia che non avanza abbastanza rischia di avvitarsi".

Dombrovskis e Moscovici chiedono poi a Tria di "chiarire le ragioni per le quali l'opinione dell'Upb non è stata presa in considerazione dopo aver ricordato che questa autorità indipendente è stata istituita in base alle norme Ue per monitorare e vigilare sui conti pubblici nazionali".

"Come Unione Europea, non siamo disposti ad accettare il rischio di caricarci questo debito per l'Italia".

Serie A, Icardi al 93′ consegna il derby all’Inter
Sulla classifica: "In queste nove giornate abbiamo avuto alti e bassi, abbiamo alternato buone prestazioni. Questa però è una sconfitta che brucia ma dobbiamo metterla da parte e provare a recuperare con serenità".

Nel mirino della Commissione sono le principale cifre che nel documento tracciano la dinamica della finanza pubblica.

Vincenzo Boccia ha dichiarato che "abbiamo detto che non ci spaventa un punto in più di sforamento purché non sia per aprire la campagna elettorale a gennaio". I bimbi delle famiglie extracomunitarie sono tornati a mensa, grazie alle donazioni raccolte in segno di solidarietà, e anche il sindaco leghista Sara Casanova ha fatto una parziale retromarcia, cambiando le linee guida del suo regolamento comunale: ora anche per i cittadini dei Paesi in cui non è materialmente possibile reperire i documenti necessari sarà sufficiente un'autocertificazione, come per gli italiani. Il metodo condivisibile "è quello che diciamo da tempo, che vale per l'Italia e per l'Europa, di trasformare il patto di stabilità in patto di crescita, superando l'idea stretta dei saldi di bilancio". "Proprio per questo si profila un non rispetto particolarmente serio con gli obblighi del Patto".

"Forse sarà bella, ma questo è un giudizio estetico". Ci sono regole e c'è anche un arbitro. Inoltre, "I fondamenti dell'economia italiana sono saldissimi". Se invece il governo decidesse di mantenere invariati i saldi della manovra, in quell'occasione l'esecutivo comunitario potrebbe scegliere la strada dell'apertura di una procedura per deficit eccessivo per violazione della regola del debito. "Modificare quella riforma - ha spiegato - permetterà di conseguire un ricambio generazionale adeguato e di immettere nuove risorse e competenze nel mercato del lavoro".

Comments