Il terremoto a largo della Grecia si fa sentire anche nel Salento

Adjust Comment Print

"Si consiglia di stare lontani da coste e spiagge".

Proprio a Zacinto, un anno fa, il 2 Novembre 2017, era stata simulata una scossa di terremoto di magnitudo 8.5 per la prima esercitazione internazionale di allerta tsunami nel Mediterraneo: si tratta - infatti - in una delle zone a più alto rischio sismico dell'intera area Euro-Mediterranea, dove questi fenomeni sono più attesi. L'epicentro è stato localizzato nel mar Ionio, a 38 chilometri da Zante, a una profondità di 14 chilometri.

Un sisma magnitudo 6.8 avvertito anche dalla popolazione nelle regioni costiere del sud Italia, e che ha portato il Centro Allerta Tsunami dell'Ingv a informare il Dipartimento della Protezione Civile che a sua volta ha diramato un'allerta arancione per le coste di Calabria e Puglia e di massima attenzione per le quelle orientali di Basilicata e Sicilia ionica. La scossa è stata avvertita distintamente non solo in Sicilia ma anche sulla costa orientale della Puglia, in Calabria, ma anche in Campania, con alcune segnalazioni arrivate da Napoli. La situazione è stata monitorata per tutta la notte con costanti aggiornamenti sulla pagine social dell'Istituto Nazionale di Geofisica e Vulcanologia.

Il padre dell'ex premier Renzi condannato a risarcire un giornalista fasanese
Secondo la sentenza, però, i fatti riportati sono veri e di interesse pubblico , quindi non diffamatori . Tiziano Renzi ha vinto la sua partita contro Il Fatto Quotidiano e il direttore Marco Travaglio .

Il terremoto è stato talmente forte da essere avvertito in buona parte dell'Italia, soprattutto al Sud. Per diverse ore la fornitura di energia elettrica è stata interrotta. Al momento non si hanno notizie di danni o feriti. Parte di una chiesa è crollata anche nella città di Pyrgos, sulla costa.

"La rete mareografica dell'Ispra ha registrato, circa un'ora dopo il sisma, un maremoto di lieve entità con onde di altezza pari a nove centimetri nel porto di Crotone". Per oggi è stata disposta la chiusura delle scuole per permettere ai tecnici di fare una valutazione degli eventuali danni agli edifici.

Comments