Perché Draghi ha lanciato l'allarme su spread e banche

Adjust Comment Print

Con il Qe, dice ancora, "la Bce ha fatto senza dire che lo stava facendo quello che le banche centrali in tutto il mondo fanno cioe' ha garantito il debito pubblico". "Finanziare i deficit non è nel nostro mandato" - ha ribadito Draghi - "abbiamo l'Omt come strumento specifico, per il resto siamo in un regime di dominanza monetaria", non di bilancio. Il premier in una intervista alla 'Stampa' e a 'Repubblica' inoltre ha sottolineato che "sicuramente se lo spread sale, o se comunque si mantiene alto a questo punto, è un problema, quindi dobbiamo augurarci che scenda". Poi è il Parlamento che discute e decide che politiche fare", ha detto il vicepresidente del Consiglio su Radio 24 "preoccupato che ci sia una falsa story-telling sull'uscita dall'euro che vale 100 punti di spread in più. La Bce ha confermato che i tassi si manterranno "su livelli pari agli attuali almeno fino all'estate del 2019 e in ogni caso finché sarà necessario per assicurare che l'inflazione continui stabilmente a convergere su livelli inferiori ma prossimi al 2% nel medio termine".

In questo passaggio "italiano", Draghi sembra più in sintonia con Angela Merkel e con il governo tedesco, i quali sulla disputa hanno tenuto un profilo molto basso, che con Emmanuel Macron e il suo entourage che invece hanno spesso alzato il livello dello scontro verbale. "Certamente questi bond sono nel portafoglio delle banche, se perdono valore intaccano il capitale delle banche", ha detto il presidente della Bce riferendosi allo spread dei Btp italiani. A dimostrazione del fatto che se la Banca Centrale adempie ai propri doveri il pericolo spread viene meno.

Il terremoto a largo della Grecia si fa sentire anche nel Salento
L'epicentro è stato localizzato nel mar Ionio, a 38 chilometri da Zante , a una profondità di 14 chilometri. Il terremoto è stato talmente forte da essere avvertito in buona parte dell'Italia, soprattutto al Sud.

In seguito Savona ha commentato le parole del presidente della Bce Draghi: "Ognuno si assuma le proprie responsabilità". L'Italia, insieme alla Brexit, alla guerra commerciale, alla frenata dell'export, alla volatilità dei mercati e al cattivo andamento dell'industria dell'auto tedesca nell'ultimo trimestre, è tra i "fattori di rischio" che mettono a repentaglio la crescita.

Salvini, Draghi spera accordo? Una volta sola, ma sufficiente per fare sapere che il presidente della Bce non è iscritto al club, neanche troppo esclusivo in Europa, di chi vorrebbe vedere l'Italia rompersi la testa. Io sto lavorando perché lo spread si abbassi. "Non c'è nessuna volontà di uscire dall'euro".

Comments