Standard & Poor’s conferma il rating dell’Italia ma taglia l’outlook a negativo

Adjust Comment Print

Standard&Poor's conferma il rating dell'Italia lasciandolo a BBB (a lungo termine), dunque a due gradini dal "non investment grade". E lo fa attaccando il governo giallo-verde. Standard&Poor's "non si aspetta più" che il debito italiano rispetto al Pil continui a calare, afferma l'agenzia, sottolineando come a suo avviso il piano del governo si base su stime del Pil ottimiste.

L'agenzia di rating sottolinea tra l'altro che "la nuova coalizione di governo ha preso misure che riteniamo aumentino sostanzialmente l'incertezza politica" perché i piani del governo hanno portato a un "confronto" con le istituzioni interne ed europee, ma sottolinea di non attendersi che il governo metterà in dubbio l'appartenenza italiana all'area euro. L'oulook negativo vuol dire che S&P potrebbe tagliare il rating nei prossimi 24 mesi se il pil crescera' meno delle attese e se il deficit e il debito saranno decisamente superiori alle attese.

Nina Moric ha fatto pace con Belen:"Non provo rancore per lei"
E sulla fine della storia tra l'ex marito e Silvia Provvedi chiosa: "Mi sembra che se la stiano gestendo benissimo da soli". Quest'estate abbiamo ridato un senso alla parola famiglia . " Ora sono più forte , grazie all'amore per mio figlio ".

- PENSIONI: "Data l'ampiezza del cambiamento demografico in corso in Italia" le misure del governo per capovolgere parzialmente la Fornero se "attuate in pieno invertiranno i guadagni" realizzati con la riforma e "minacceranno la sostenibilita' di lungo termine dei conti pubblici". Lo afferma Standard & Poor's. Scrive S&P: "La politica economica e fiscale del governo ha eroso la fiducia degli investitori, come riflesso da un aumento del rendimento sul debito pubblico". Standard & Poor's ha rivisto anche al ribasso le stime di crescita per l'Italia all'1,1% per quest'anno e il prossimo. L'agenzia prevede che il deficit italiano si attesterà nel 2019 a circa il 2,7% del pil contro il 2,4% del governo. Invece abbassa l'outlook - le previsioni sul Paese - da stabile a negativo. Standard&Poor's dedica un altro dei passaggi della sua valutazione all'aumento dei rendimenti sui titoli di Stato italiani ha effetti negativi sull'accesso delle banche ai finanziamenti sul mercato dei capitali: "Un ulteriore aumento dei rendimenti potrebbe ridurre la capacità delle banche di finanziare l'economia italiana". In parallelo Fitch ha confermato il rating AA sull Regno Unito, cambiando la prospettiva in negativo.

Comments