Serie A, Gattuso respira: la partita dei ribaltamenti va al Milan

Adjust Comment Print

Ha risposto presente il solito Cutrone, che sembra aver convinto del tutto Gattuso: "Patrick era difficile da tenere fuori, segna con continuità, in questo momento possiamo migliorare". Non lo faccio, perchè ho una squadra che mi segue e che lavora con grande professionalità. La tensione è normale quando perdi contro l'Inter e in Europa League. "Il mio compito è dare una mentalità alla squadra, ma serve anche l'aiuto della società, come sta facendo". Abbiamo provato a fare qualcosa di nuovo con un modulo diverso ma Suso e Laxalt non facevano le ali pure. Ringrazio la società e la squadra. "Sono soddisfatto dal risultato". Il risultato è direttamente proporzionale alla qualità del gioco. "Non era al 100%, ma quando è rimasto in campo ha dato tecnica e qualità alla squadra". Al Milan, in vista della sfida di mercoledì con il Genoa al Meazza ("Se vincessimo la classifica non sarebbe male", dice l'allenatore), non mancano i problemi in infermeria Bonaventura si è fermato ieri per un'infiammazione, Caldara starà fuori per un paio di mesi, per un problema al gemello mediale "è una stagione maledetta, ci dispiace per lui", dichiara Gattuso. Ora valutiamo Calhanoglu, ci ha dato grande disponibilità. È un momento così, dobbiamo mettere i giocatori che stanno meglio. "È stata una bellissima partita". Recuperiamo per giovedì e guardiamo avanti.

Allan verso il Brasile: oggi dovrebbe essere convocato da Tite
Un obiettivo centrato meritatamente e che ieri ha festeggiato con i suoi, tanti, amici napoletani. Beh perché no? La Juve è la più forte, non imbattibile. "Peccato non aver vinto".

" "È stata una partita complicata, siamo stati bravi a rimanere in partita dopo lo svantaggio ed a vincere la gara nella ripresa". Ci aiutiamo e cerchiamo di giocare insieme, oggi siamo riusciti a segnare entrambi. Col 4-4-2 io titolare? Non c'è una persona migliore di lui.

Comments