Vince Bolsonaro, l'uomo nero che piace a Salvini e Trump

Adjust Comment Print

Traduzione: "Non diamo troppa importanza alle sparate fascistoidi del presidente eletto Jair Bolsonaro, facciamo politica ma evitiamo scontri che possano portare alla guerra civile in questo Brasile che si è drammaticamente diviso in due". Così, soltanto pochi giorni fa, ha parlato Marine Le Pen a France 2 sulla possibile vittoria del neo Presidente del più grande Paese dell'America Latina.

"La crisi economica - spiega Desidera - che era iniziata nel secondo governo di Dilma Rousseff, la corruzione politica, la violenza generalizzata nelle città e il bisogno di sicurezza, sono tutti aspetti che hanno alimentato un'esasperazione diffusa e che hanno spinto i brasiliani ad affidarsi a un cosiddetto uomo forte".

L'estrema destra non ha partecipato a nessuno dei dibattiti presidenziali e la sua campagna si è concentrata sul discredito di Haddad sui social network. Uno strappo istituzionale proprio ora che il neoeletto ha promesso di voler riunire il Paese.

L'incarico entrerà ufficialmente in vigore il primo gennaio. Il nuovo presidente del Brasile, Jair Bolsonaro, in campagna elettorale aveva annunciato più volte che, in caso di vittoria, avrebbe immediatamente estradato l'ex membro dei Proletari Armati per il Comunismo, atteso in Italia da una condanna per quattro omicidi. Bolsonaro, prima del primo turno, è stato addirittura accoltellato.

Di Francesco rialza la sua Roma: "Basta schiaffi, voglio grande gara"
E' UN NAPOLI DIVERSO, CERCA PIU' LA PROFONDITA' - Di Francesco sottolinea che è un Napoli diverso rispetto a quello di Sarri. I segnali si erano già visti con il Liverpool, al Parco dei Principi il Napoli ha giocato la partita perfetta.

Il ballottaggio è diventato anche una sorta di gioco della torre elettorale: il Brasile si è diviso fra chi voleva evitare il "pericolo fascista" rappresentato da una vittoria di Bolsonaro e chi era disposto a votare qualunque candidato che impedisse un ritorno al potere del Pt, in un clima di forte polarizzazione delle posizioni. A scrutinio completato per l'88,44%, il candidato di estrema destra si è affermato con il 55,70%.

Il presidente degli Stati Uniti Donald Trump si è complimentato con il vincitore delle eleizoni.

Il suo avversario, Fernando Haddad (del Partito dei lavoratori), si ferma invece al 44,9%.

Anche in #Brasile i cittadini hanno mandato a casa la sinistra! Nel 2016, quando i membri del Congresso avevano votato per mettere sotto accusa l'allora presidente, Dilma Rousseff, Bolsonaro aveva dedicato il suo voto contro la rappresentante del PT al defunto colonnello Alberto Brilhante Ustra, figura controversa accusata di avere torturato i prigionieri durante la dittatura.

Comments