Emanuela Orlandi: Vaticano indaga sul ritrovamento di alcune ossa

Adjust Comment Print

Durante "alcuni lavori di ristrutturazione di un locale annesso alla Nunziatura apostolica in Italia, sito in Roma in via Po 27, sono stati rinvenuti alcuni frammenti ossei umani" spiega il comunicato della Santa Sede.

Emanuela Orlandi, che oggi avrebbe cinquant'anni, scompare verso le 19 del 22 giugno 1983, dopo essere uscita da una scuola di musica. Lo apprende l'ANSA. Allo stato attuale non è ancora certo a che epoca risalgano i resti e se riguardino una sola persona. Si stanno eseguendo comparazioni, concentrate in particolare sul cranio e sui denti, per verificare se i resti rinvenuti si ricolleghino al caso di Emanuela Orlandi, la ragazza scomparsa nel 1983. Il ritrovamento è avvenuto in un locale annesso alla sede della Nunziatura apostolica di via Po a Roma. Alle indagini starebbe partecipando anche la magistratura italiana. Si riferisce al caso di Emanuela Orlandi e agli accertamenti che si stanno svolgendo in Vaticano sul rinvenimento di alcune ossa in area extraterritoriale della Santa Sede. L'autorità giudiziaria italiana ha disposto accertamenti tecnici, soprattutto il prelievo del Dna, per cercare di individuare a chi appartengano questi resti, la sua età, il suo sesso e la datazione della morte. Tanti sono passati da quel 22 giugno del 1983 quando sparì nel nulla Emanuela Orlandi, figlia quindicenne di un dipendente del Vaticano. La ragazza era la figlia di un messo della prefettura della Casa pontificia ed era cittadina del Vaticano. E da alcuni mesi la denuncia di scomparsa è di nuovo sui tavoli della Gendarmeria e del Promotore di Giustizia. Non mi basta che papa Francesco mi dica 'Emanuela sta in cielo'. Mirella non conosceva Emanuela, né le due ragazze avevano frequentazioni in comune. Mirella scomparve dopo aver detto alla madre che "aveva un appuntamento" al monumento al bersagliere di Porta Pia con un vecchio compagno di classe, che peraltro quel pomeriggio era impegnato altrove.

Il caso Emanuela Orlandi potrebbe non essere chiuso. Il Papa interviene con diversi appelli. La presenza della ragazza, negli anni, è poi segnalata in diverse località ma le rivelazioni non risultano mai attendibili.

Uomini e Donne, confermati i nuovi tronisti
Un decisione clamorosa, che però ha reso qualcuno degli ospiti di Maria De Filippi particolarmente felice. Davide Maggio ha anticipato che i nuovi tronisti di Uomini e Donne sono Ivan Gonzalez e Andrea Cerioli .

La prima inchiesta sulla scomparsa della ragazza viene chiusa nel 1997.

Nel 2016 la nuova archiviazione dell'inchiesta da parte della Procura di Roma, confermata dalla Cassazione. Emanuela Orlandi sarebbe stata uccisa dopo essere stata tenuta prigioniera nei sotterranei di un palazzo vicino all'Ospedale San Camillo. All'epoca Lombardi comunicò la totale disponibilità del Vaticano a ispezionare la tomba di Enrico De Pedis nella Basilica dell'Apollinare, nella quale si riteneva fosse stato nascosto il corpo di Emanuela.

Comments