Il Comune di Torino ha approvato un documento per fermare la Tav

Adjust Comment Print

Non a caso incassa subito l'elogio di Luigi Di Maio: "Bene la votazione", scrive il vice-presidente del Consiglio. M5s nell'odg chiede di sospendere l'opera della Tav in attesa dei risultati dell'analisi costi/benefici ed esprime la sua contrarietà alla realizzazione.

L'atto non potrebbe essere più simbolico di così, a pochi giorni dal via libera al gasdotto Tap e nel bel mezzo di una conclamata crisi interna al Movimento 5 stelle sul tema delle grandi opere, con la base inferocita (sui social e non solo) per il tradimento e una fronda parlamentare che cresce di giorno in giorno. Infatti Chiara Appendino probabilmente avrebbe fatto a meno del voto di ieri in Consiglio Comunale che non le frutta la benedizione dei No Tav e, per di più, arricchisce il campo dei suoi avversari. "E si sottolinea come il ministero stia lavorando fattivamente a dossier importanti quali, tra gli altri, la messa in sicurezza dei ponti sul Po, il potenziamento del Tpl di Torino e il completamento dell'autostrada Asti-Cuneo".

Volley, addio a Sara Anzanello. Quando credeva di farcela: 'Un miracolo'
La campionessa durante l'avventura in Azerbaigian all'Azerreyl Baku è stata portata in ospedale e ricoverata a Milano . Nel 2009 passò a Villa Cortese , dove vinse due Coppe Italia e raggiunse per due volte la Finale Scudetto.

"Mi spiace per quanto accaduto - ha detto il presidente del Consiglio comunale Fabio Versaci - ma ci sono delle regole". "Presto io e Danilo Toninelli incontreremo Appendino per continuare a dare attuazione al contratto di governo". Secondo undici associazioni d'impresa di Torino e i sindacati edili si tratta di "un oltraggio al futuro della città, delle imprese, dei lavoratori". Dire no alla Tav è un danno enorme per il Paese, con il rischio che il collegamento dalla Russia all'Oceano rischia di passare più a nord dell'Italia.

Questa decisione contraddice gli impegni dell'Italia sottoscritti con la ratifica dell'Accordo di Parigi sul clima del 2015 che impongono, tra l'altro, la progressiva limitazione dell'uso dei combustibili fossili (carbone, petrolio e gas). La sua posizione, però, è in linea con quella di Di Maio: "Siamo sempre stati contrari alla Tav, ora la decisione spetta al governo e spero si arrivi in fretta a una conclusione", sono le parole della prima cittadina. "La giunta comunale è a favore di questo atto" ha detto Alberto Unia, l'assessore a Rapporti con il consiglio e all'Ambiente, che ha proseguito: "L'atto dice solo che abbiamo bisogno di dati e di sapere se c'è una sostenibilità economica dell'opera". "La Torino-Lione non è un capriccio di pochi, ma un investimento per il futuro di tutti".

Comments