Milan, lesione al tendine d’Achille: Caldara rischia un lungo stop

Adjust Comment Print

La fretta è stata la peggior alleata del Milan e se i rossoneri rivorranno il Caldara ammirato con la maglia nerazzurra ora dovranno attendere il giocatore senza mettergli fretta in modo di evitare nuovi problemi.

Una stagione maledetta. Non può essere definita altrimenti quella di Mattia Caldara, difensore classe '94 che in estate ha lasciato la Juventus e si è trasferito al Milan per 35 milioni di euro (è stato inserito nell'affare che ha portato anche Bonucci i bianconero e Higuain in rossonero).

Ancora nessuna presenza in campionato e soltanto una partita giocata in stagione, in Europa League contro il Dudelange. Oggi però si viene a sapere che l'infortunio di Caldara è ancora più grave e i tempi di recupero non sono quelli comunicati dal tecnico. Così ha parlato Gennaro Gattuso dopo la vittoria del suo Milan nell'ultimo turno di Serie A contro la Sampdoria.

Romania, terremoto magnitudo 5.6 Momenti di grande paura nella notte
Una scossa di magnitudo 5.6 è stata registrata alle 2:38 ora locale nella regione della Transilvania, in Romania . Il sisma, di magnitudo 3 .1, è stato registrato nel sud-est della provincia di Perugia alle 5 .10 del mattino.

Il guaio fisico risalente a giovedì - e ovviamente riportato in allenamento - è stato diagnosticato come uno strappo di 3 cm al muscolo del polpaccio dentro.

Gattuso infatti aveva ipotizzato un paio di mesi di stop per Caldara mentre, secondo 'La Gazzetta dello Sport', l'infortunio potrebbe tenere il difensore lontano dai campi addirittura fino a febbraio del 2019.

Comments