Istat. Risale il tasso di disoccupazione a settembre al 10,1%

Adjust Comment Print

Nel corso dell'ultimo trimestre crescono fortemente i lavoratori a termine (+3,2%, +98 mila persone), mentre calano sia gli indipendenti (- 23 mila) che particolarmente i dipendenti permanenti (- 85 mila), con un calo dell'occupazione complessiva di 10 mila unità. Se considerata rispetto al tasso del mese di settembre del 2017, la disoccupazione è tuttavia diminuita di 1,1 punti percentuali. Considerando la fascia di età giovanile invece, tra i 15 e i 24 anni, il dato di agosto non è cambiato ed è rimasto stabile al 17,3%.

L'Istat certifica che a settembre 2018 la disoccupazione torna a salire. Dopo la crescita registrata ad agosto si ha un calo del tasso di occupazione (al 58,8%). Dopo due mesi di diminuzione, a settembre torna a crescere la stima delle persone in cerca di occupazione (+3,2%, pari a +81 mila unita'). Nel contempo, è risalito il tasso di disoccupazione giovanile, pari al 31.6% a settembre 2017. "Se la produzione industriale si ferma e il Pil stagna è normale si fermi la crescita occupazionale".

"L'andamento discontinuo dell'occupazione negli ultimi mesi", nota l'Istat, "determina nel terzo trimestre una sostanziale stabilità rispetto al trimestre precedente". Tale stabilita', si spiega, e' sintesi di un aumento tra gli uomini e un calo tra le donne. Il gruppo di inattivi quindi è il 34,5%, lo 0,1% in meno, e coinvolge uomini e donne dai 15 ai 64 anni.

Milan tutto cuore, Genoa battuto e quarto posto
Per lunghi tratti però si è fatto un bel calcio. "Mi spiace per l'autogol , sono stato sfortunato ma mi sono fatto perdonare". Pressioni? Non le vivo, mi metto il fischietto e lavoro.

A settembre aumenta ancora l'età media dei lavoratori: nel mese - rileva l'Istat - gli over 50 al lavoro raggiungono quota 8.546.000 con un aumento di 22.000 unità rispetto ad agosto e di 333.000 unità rispetto a settembre 2017.

Nonostante le numerose potenziali assunzioni che si registreranno nel giro dei prossimi mesi, per le quali sono già state aperte alcune candidature, il mese di settembre è stato nero per il lavoro. L'Istat stima una netta diminuzione dei dipendenti permanenti (-77 mila) mentre aumentano sia quelli a termine (+27 mila) sia gli indipendenti (+16 mila).

Nal trimestre, invece, risulta sensibile il calo dei disoccupati (-6,5%, pari a -180mila), mentre, anche in questo caso, aumentano gli inattivi (+1,0%, +126mila).

Comments