Inzaghi: "Ho rivisto la mia Lazio". E Immobile: "Segno di maturità"

Adjust Comment Print

La Spal è durata poco meno di mezzora all'Olimpico contro la Lazio, ma Leonardo Semplici non fa drammi: "L'abbiamo interpretata discretamente sotto certi aspetti contro una grande squadra - rivela il tecnico spallino -". "Abbiamo fatto una bella partita contro una buona squadra, siamo stati bravi a sbloccarla e a non disunirci dopo il pareggio". Una battuta su Milinkovic-Savic: "Mi aspetto quantità e qualità da Sergej, per i gol abbiamo gli attaccanti". Con l'Inter è stato un brutto stop, ma i ragazzi sono ripartiti molto bene. Davanti invece ho la fortuna di avere quattro attaccanti più il giovane Rossi e di volta in volta devo scegliere la soluzione migliore.

L'annuncio di Merkel: "Non mi ricandido, ora un capitolo nuovo"
Il Merkelismo è arrivato stanco alla sfida più difficile, quella contro la destra nazionalista. L'Onda Verde continua anche nelle elezioni in Assia , il Land di Francoforte.

"Abbiamo fatto una grande partita, bisognava reagire e lo abbiamo fatto alla grande. Alleno un grande gruppo che in tre anni mi ha dato tanto e continuerà a farlo". Ci stavano, forse non siamo scesi in campo come volevamo. "Dobbiamo continuare così, i risultati positivi ci servono per la classifica e il morale - ha spiegato il centravanti napoletano ai microfoni di Dazn -". Oggi l'abbiamo fatto e voglio dedicare questi gol a mia moglie, che mi segue sempre anche in trasferta. Mancini? Il c.t. mi conosce, sa quello che valgono. "Lui mi consce e mi ha sempre chiamato, nella scorsa partita ha scelto un altro giocatore, vediamo la prossima; mi farò trovare pronto e ancora più carico".

Comments