Taranto. Trovato il corpo di Simona Carpignano

Adjust Comment Print

Una palazzina era disabitata perché dichiarata inagibile; nell'altra ci abitavano - sembra - una decina di famiglie. La Provence pubblica sul suo sito internet una foto dei due, sorridenti, scattata in quell'occasione.

I genitori della ragazza sono subito partiti per Marsiglia. "Non riuscivo quasi più ad aprire la porta, ho avuto paura di ritrovarmi prigioniera". Lei abitava al terzo piano del palazzo numero 65.

Sotto i detriti, hanno spiegato le autorità, potrebbero esserci in totale tra le 5 e le 8 persone. Nessun corpo è stato al momento identificato.

Il Consolato d'Italia a Marsiglia, in stretto raccordo la Farnesina, fa sapere che "sta seguendo fin dalla prima ora le ricerche dei dispersi nel crollo di alcuni edifici a Marsiglia tra i quali risulta anche una connazionale". A Marsiglia sperava di trovare lavoro e - stando ai suoi conoscenti - aveva l'obiettivo di conseguire un master in economia sociale. La giovane aveva raggiunto in città un suo caro amico che in quella città aveva trovato una occupazione.

Pakistan, la Corte Suprema assolve Asia Bibi
L'avvocato che ha difeso la donna ha dovuto lasciare il Pakistan . "Ho bisogno di restare in vita per proseguire la battaglia giudiziaria per Asia Bibi ".

Nei pressi del luogo del disastro, il cameriere di un bar vicino è in lacrime.

La ragazza era volata in Francia per cercare lavoro, dopo aver conseguito la seconda sua laurea.

E l'attesa è sempre più lunga per i familiari di Simona Carpignano, la 30enne di Taranto data per dispersa. Parlava perfettamente il francese e conosceva anche l'arabo.

"Sono le case dei poveri che cadono, non è una coincidenza", ha affermato il deputato di sinitra Jean-Luc Mélenchon, del movimento "La France Insoumise". Quello stesso sorriso che regala nelle immagini che la ritraggono: mentre esce da una stanza dell'Università di Marsiglia, mentre punta il dito verso il cielo, mentre abbraccia un'amica.

Comments