Trump a un giornalista della Cnn: "Sei un nemico del popolo"

Adjust Comment Print

Giornalisti e storici hanno convenuto sul fatto che si tratti di un episodio, di cui non si rammentano precedenti. Così Donald Trump si è scagliato contro un giornalista del network televisivo americano, nel corso della conferenza stampa sulle elezioni di midterm. La versione "accelerata" del video è quella condivisa via Twitter da Sarah Huckabee Sanders, portavoce della Casa Bianca, ed è la stessa pubblicata da Paul Joseph Watson, giornalista di Infowars, organo di stampa amato dall'ultradestra, che però ha smentito di avere ritoccato la clip.

"Basta. Metta giù il microfono".

"Tu sei un maleducato, un nemico del popolo, la Cnn dovrebbe vergognarsi di averti come corrispondente alla Casa Bianca".

La conferma delle Spice Girls: il ritorno senza Victoria Beckham
La storia delle Spice Girls è quella di un fenomeno musicale - uno dei più importanti degli anni Novanta - spinto e sostenuto ampiamente dal marketing .

La portavoce presidenziale Sarah Sanders ha rilasciato un comunicato accusando Acosta di "aver usato le mani su una giovane donna che stava facendo il suo lavoro" definendo l'atteggiamento del reporter "assolutamente inaccettabile".

"Il presidente Trump non rispetta la libertà di stampa, ma ha giurato di proteggerla". Nel video della Casa Bianca sarebbero stati rimossi alcuni fotogrammi per far sembrare più aggressivo il gesto del giornalista della Cnn. "Lo staff della Casa Bianca non revoca accrediti sulla base di una personale irritazione, ma solo per minacce al presidente", ha spiegato la professoressa Martha Joynt Kumar, direttrice del White House Transition Project. "Non ho mai visto niente di simile finora - ha twittato Peter Baker, corrispondete del New York Times, "ho iniziato a coprire la Casa Bianca nel 1996, altri presidenti non avevano paura delle domande dure". Sosteniamo Jim Acosta e i colleghi giornalisti ovunque", si legge nella nota dell'emittente tv.

Comments