Tennis, scommesse: Bracciali radiato a vita. Starace squalificato 10 anni

Adjust Comment Print

La TIU, acronimo di Tennis Integrity Unit, vale a dire l'organismo che indaga sui casi di corruzione in questo sport, ha infatti riconosciuto l'azzurro Daniele Bracciali colpevole di "match fixing" e altre violazioni, sancendone la radiazione a vita unita ad una multa di 250.000 dollari. "In una decisione annunciata oggi, che segue un'udienza disciplinare tenutasi a Londra il 18-19 settembre, il Prof Richard H McLaren ha trovato (Bracciali) colpevole di reati di partite truccate relativi al torneo ATP 500 a Barcellona nell'aprile 2011", ha spiegato il TIU in una dichiarazione, sostenendo che Bracciali "ha facilitato le scommesse relative alle partite a Barcellona".

Bracciali non potrà prendere parte ad eventi organizzati dall'Atp e nemmeno prendervi parte come spettatore.

Frecciarossa, con l’inverno nuova tratta Venezia-Fiumicino. Poi sarà la volta di Malpensa
Una scelta che, come si legge in una nota del gruppo, consentirà di dare una sforbiciata ai tempi di viaggio fino a un'ora. Dal prossimo 20 gennaio, inoltre 2 bus FRECCIAlink, avvicineranno Bari e Matera, Capitale europea della Cultura 2019.

In quell'edizione, Bracciali giocò un solo incontro di doppio con lo spagnolo David Marrero, perdendo all'esordio dinnanzi al sudafricano Kevin Anderson e allo svedese Simon Aspelin per 7-6 7-5. L'ex numero 27 della classifica ATP raggiunse la semifinale in doppio al Roland Garros 2012. Etrambi i tennisti erano già stati radiati dalla Federtennis italiana. Nell'inchiesta era coinvolto anche Potito Starace, ora ritiratosi, che è stato 'bandito' per dieci anni da ogni attività legata al tennis.

Comments