Rivolta dei "gilet gialli", a Parigi violenti scontri con la polizia

Adjust Comment Print

Cercavano giustizia fiscale e potere d'acquisto, hanno trovato i lacrimogeni e gli idranti.

I protagonisti della concitata giornata sono stati i casseur e i black bloc uniti a un centinaio di estremisti di destra su un totale di 8'000 manifestanti nella capitale.

"C'è il freddo e la pioggia, la stanchezza dopo una settimana di blocchi stradali".

La manifestazione autorizzata è prevista per le 14 a Champ-de-Mars, vicino alla Tour Eiffel, ma i manifestanti non si sono arresi e fin dalle prime ore della mattina hanno messo sotto scacco la città.

Violenza sulle donne, anche a Mantova la panchina rossa
Tra gli ospiti l'astronauta Samantha Cristoforetti e il regista Marco Tullio Giordana, oltre al Terzo Segreto di Satira. I capitani delle varie squadre, inoltre, porteranno una fascia con il simbolo della giornata.

La protesta dei gilet gialli contro il caro gasolio in Francia è culminata sabato con una serie di incidenti violenti a Parigi, sugli Champs-Elysée, dove sono avvenuti arresti e schermaglie.

Mobilitazioni sono segnalate anche nell'area intorno a Parigi. La celebre via è interamente avvolta dai lacrimogeni, i manifestanti al grido di "Macron dimettiti" e "La Francia in collera", sono al centro della strada e costruiscono barricate con panchine divelte e cassonetti. L'altra pacifica e in attesa degli eventi, che si limitava a cori contro Macron e che arrivava in molti casi a simpatizzare con la polizia. Il pomeriggio è trascorso fra incendi di auto, distruzione di tutto l'arredo urbano, sedie dei ristoranti, tavolini, materiale degli innumerevoli cantieri lasciati aperti e disponibili ai teppisti.

La preoccupazione è che si possano ripetere i numeri tragici della settimana passata: 620 civili e 136 uomini delle forze di sicurezza rimasti feriti, quasi 900 persone arrestate e anche due morti. "All'appello di Marine Le Pen che ha invitato i manifestanti a radunarsi sugli Champs-Elysees hanno risposto in 5.000". "C'è stato qualche tentativo di forzare gli sbarramenti e l'utilizzo di qualche lacrimogeno ma nessun manifestante è entrato nella zona vietata dall'ordinanza", ha detto la Prefettura a Afp.

Comments