Libretti al portatore, vanno estinti: ecco cosa rischia chi non lo fa

Adjust Comment Print

Il promemoria arriva da un comunicato del Ministero dell'Economia e delle Finanze. Lo afferma in una nota il ministero dell'Economia, ricordando che l'obbligo di estinzione e' previsto dal decreto legislativo 231 del 2007, concernente misure di contrasto al riciclaggio.

MEF - comunicato stampa 22 novembre 2018 Norme antiriciclaggio: entro il 31 dicembre 2018 obbligo di estinzione per i libretti al portatore Cosa fare se si è in possesso di un libretto al portatore?

Entro il 31 dicembre 2018 bisogna presentarsi agli sportelli della banca o di Poste italiane che hanno emesso il libretto e scegliere una delle tre seguenti modalità di estinzione: 1) chiedere la conversione del libretto al portatore in un libretto di risparmio nominativo; 2) trasferire l'importo complessivo del saldo del libretto su un conto corrente o su altro strumento di risparmio nominativo; 3) chiedere la liquidazione in contanti del saldo del libretto. Per quanto riguarda le banche, non si conoscono le cifre precise, ma occorre tenere presente che la gran parte dei libretti al portatore è raccolto dalla Poste. E sempre dal 4 luglio i libretti bancari o postali al portatore non sono più trasferibili da un soggetto a un altro.

I libretti di risparmio si dividono in libretti nominativi e al portatore.

Moto2, Jerez: Marini davanti nella seconda giornata
Da segnalare la prima uscita di Stefano Manzi e Dominque Aegerter con la MV Agusta del Forward Racing. Giornata di esordio per molti piloti.

Non ci sono numeri ufficiali ma a differenza dei conti dormienti, quelli per intenderci non movimentati per dieci anni e il cui importo assicura ogni anno un gettito di circa 100 milioni, l'importo di cui parliamo stavolta è più modesto. Banche e Poste italiane non potranno dar seguito a richieste di movimentazioni sui predetti libretti e, fermo restando l'obbligo di liquidazione del saldo del libretto a favore del portatore, saranno obbligate a effettuare una comunicazione al ministero dell'Economia e delle finanze, che applicherà al portatore "fuori tempo massimo" una sanzione amministrativa.

Dopo il 31 dicembre quindi i libretti al portatore saranno inutilizzabili.

L'abolizione dei libretti al portatore, bancari o postali, ovvero di libretti non nominativi, è una delle conseguenze del recepimento nella normativa italiana della IV Direttiva UE Antiriciclaggio.

Comments