Sbarcati tutti i 264 arrivati a Pozzallo

Adjust Comment Print

Adesso i migranti sono stati portati "tutti all'hot spot" e "i neonati e le donne incinte sono state visitate", ha spiegato il sindaco di Pozzallo, Roberto Ammatuna, a Skytg24, raccontando di "momenti di grande incertezza" all'arrivo del barcone, "non si sapeva se potevano sbarcare e avvicinarsi in banchina".

Sono 236 i migranti sbarcati nella tarda serata di ieri al porto di Pozzallo, in provincia di Ragusa.

Ed è arrivato da Alarm Phone - il supporto telefonico dedicato ai migranti che tentano la disperata traversata - l'appello all'Europa perché soccorra un'altra nave, questa volta al largo delle coste del Marocco, con 70 persone a bordo, già da giovedì. L'imbarcazione è arrivata con 236 persone: sarebbero quasi tutti eritrei.

Sono stati, ricostruisce l'agenzia Onu, su "barchino traballante" in "mare per 3 giorni, senza cibo e acqua". A tre giorni dal loro ritorno in mare, si riaccendono gli "occhi scomodi" delle Ong.

Torino: malore per Mazzarri
I tempi dello stop, "fino al completamento degli esami" per il club granata, non sono noti. Al suo posto il vice Nicolò Frustalupi , suo fido aiutante ormai da diversi anni.

"Ci risiamo. Un pattugliatore maltese ha invertito la rotta, abbandonando un gommone con 150/200 immigrati in mezzo al Mediterraneo e in direzione dell'Italia", ha fatto sapere Matteo Salvini tornando a puntare il dito contro Malta in una sfida a distanza che prosegue ormai da mesi senza che le parti siano riuscite a venire a capo al problema legato alla gestione dei migranti.

Gli scafisti in questi casi sono veri e proprio professionisti assoldati dai libici con i quali stringono rapporti di "lavoro" tanto da curare solo l'aspetto del viaggio ma non quello del reclutamento in Libia dei diversi passeggeri. "Il soccorso in mare è fondamentale, assieme a un meccanismo sicuro e prevedibile di approdo". "È l'ennesima vergogna - dichiara il vicepremier - degna di questa Unione europea incapace e dannosa".

Malta avrebbe abbandonato in mare un'altra imbarcazione carica di migranti. I due sono stati fermati vicino alla stazione ferroviaria di Crotone, ancora bagnati e sporchi di sabbia.

Comments