Sergio Ramos: "Mi oppongo con veemenza al doping"

Adjust Comment Print

Le scuse del Real Madrid e l'Uefa che in poche settimane archivia il caso. I protagonisti sono Sergio Ramos, il Real Madrid e l'antidoping.

La rivista tedesca Der Spiegel riferisce di aver acquisito delle carte di Football Leaks in cui è riportato un fatto assolutamente clamoroso. La UEFA avrebbe però subito chiuso il caso, perché convinta che si fosse trattato solo di una svista del club.

Il centrale spagnolo è accusato di aver assunto un farmaco proibito prima della finale di Champions League 2017 contro la Juventus. Quest'ultimo infatti può essere usato dagli atleti, in caso di documentate necessità terapeutiche, a patto di comunicarlo alla vigilia della partita.

Robert Kubica torna in Formula 1, titolare con la Williams nel 2019
Capisco che probabilmente nessuno credeva in questo ritorno, sono stato l'unico a non arrendersi mai. Kubica , 34 anni a dicembre, affiancherà il rookie George Russell , 20 anni.

Secondo i quotidiani, la UEFA, una volta accortasi della positività del capitano dei blancos, ha chiesto spiegazioni al club, il quale ha dato la colpa ad un semplice errore del medico della squadra. Questa sarebbe la versione dei madrileni. Tutto ciò nonostante, nel recente passato, la stessa sostanza utilizzata dal calciatore del Real abbia messo nei guai gli sportivi di altre specialità, puniti con sospensioni fino a due anni. Una procedura irregolare, visto che i controllati non possono svolgere anche il ruolo di controllori.

Si legge anche che la sostanza sarebbe stata ammessa dalla Wada a meno che "si faccia menzione del trattamento nella scheda che si compila al momento del test".

Così in Europa, e allo stesso modo in patria. "È un tema difficile da affrontare, chi mi accusa dovrà vedersela con i miei avvocati". Una pagina che si aggiunge al libro oscuro del Calcio.

Comments