River Plate-Boca Juniors: la finale a inizio dicembre fuori dall’Argentina

Adjust Comment Print

Talmente calda che, il 24 novembre scorso, non è stato possibile disputare la partita della finale di Copa Libertadores. Il motivo per cui la capitale del Qatar sembra in questo momento favorita per ospitare il Superclásico dell'8 o del 9 dicembre prossimo sta proprio nel rapporto dello Stato arabo con la confederazione sudamericana: la sua compagnia aerea di bandiera, la Qatar Airways, ha firmato meno di un mese fa un accordo come Global Airline Partner fino al 2022 e dalla prossima stagione sarà il principale sponsor della Copa Libertadores. Al termine della riunione organizzata ad Asuncion dalla CONMEBOL è stata comunicata la decisione definitiva: "Risulta prudente che non si giochi all'interno del paese". Le origini del club, infatti, è legato alla presenza di molti genovesi che lavoravano al porto di Buenos Aires, rendendo profondo il legame tra le due città.

Reddito di cittadinanza, stampate le tessere: requisiti e regole
Tra le deroghe c'è anche quella di poter rifiutare un'offerta per tre volte nel caso in cui sia troppo lontano da casa . Lo dichiara in una nota ANIP-Confindustria, l'associazione che raccoglie le imprese di pulizia e servizi integrati.

In ogni caso, diversamente dalla finale d'andata e da quanto originariamente previsto per quella di ritorno, il match rischia fortemente di non avere tifosi allo stadio: "Se si giocherà qui, prenderemo le misure di sicurezza necessarie". Una proposta indecente che ha comunque un lato negativo, almeno per uno dei club. Chi ci avrebbe fatto uscire dal Monumental? Una cosa è certa però, come comunicato dalla stessa Conmebol: non si giocherà in Argentina. "La finale potrebbe disputarsi il 9 dicembre ad Asuncion". Entrambi gli impianti hanno 45mila posti a sedere, meno del Khalifa (68mila). Ancora più improbabili le autocandidature di Miami e di Genova, quindi la corsa resta a due: Qatar o Paraguay, con il primo che sembra leggermente in vantaggio.

Comments