Fonarcom: "Reddito cittadinanza rischia di essere solo sussidio"

Adjust Comment Print

Infine, per agevolare i risultati derivanti dalla ricerca attiva di un nuovo impiego per i percettori del reddito di cittadinanza si sta pensando anche alla creazione di un bonus dedicato ai tutor dei centri per l'impiego, che avranno il compito di guidare il percettore dell'assegno di welfare verso la ricerca del lavoro.

Al momento (dati riferiti a settembre 2018) il reddito di inclusione è erogato a 378 mila famiglie (1,1 milioni di persone complessive coinvolte) per un importo medio di 304 euro al mese (il limite massimo è a 540 euro per una famiglia di sei persone o più). "Le misure partiranno nei tempi previsti - ha detto il vicepremier arrivando al Wow business summit di Samsung a Milano -, quota 100 partirà nei primi mesi del 2019 insieme al reddito di cittadinanza e significa dare alle imprese la manodopera qualificata che aumenterà gli investimenti". Ciò nonostante però, il governo non ha fatto un passo indietro su quelli che sono gli obiettivi programmati in manovra cominciare dalla riforma pensioni e reddito di cittadinanza, che dovrebbero essere rimodulati permettendo così di risparmiare tra 3 e 4 miliardi che andrebbero destinati alla riduzione del debito pubblico. Del fondo fanno parte gli oltre 2 miliardi già stanziati dal governo Gentiloni per il Rei, il reddito di inclusione. Sul tappeto c'è anche la proposta del sottosegretario leghista Armando Siri di trasformare il sussidio in una decontribuzione per le imprese cha assumono gli aventi diritto. Può migliorare - aggiunge il vicepremier - rafforzando l'impegno sul 2,4 per cento di deficit che abbiamo preso: si parte col 2,4 e si arriva al 2,4.

Tennis, la Croazia avanti 2-0 sulla Francia nella finale di Coppa Davis
Marin Cilic nel secondo singolare si è poi imposto su Jo-Wilfried Tsonga per 6-3 7-5 6-4, dopo due ore e 17 minuti di gioco.

Quota 100: il meccanismo rimane uguale, ovvero si va in pensione al raggiungimento della somma 100, data da età anagrafica e contributi versati. La norma alla quale stanno lavorando i tecnici del governo, prevede una serie di paletti. Proprio il numero uno dell'istituto di previdenza, Tito Boeri, è tornato a lanciare un warning sulle misure proposte dal governo: "La strada del divieto di cumulo è difficile da perseguire", ha avvisato, bocciando poi l'espressione stessa 'quota 100' perché "davvero fuorviante, rischiamo di illudere le persone". Esattamente come il Reddito di cittadinanza. Il beneficio si estende anche all'autoimprenditorialità, in questo caso a vantaggio del disoccupato che si sia attivato presso un centro per l'impiego.

Comments