Fortissimo terremoto in Alaska, allarme tsunami

Adjust Comment Print

Un forte terremoto di magnitudo di 7.0 è stato registrato a soli 12 chilometri da Anchorage, la capitale dell'Alaska. L'allarme è stato successivamente revocato dopo aver stabilito che non ci sono smottamenti sott'acqua che possano causare onde tsunami.

Secondo il National Weather Service le scosse hanno riguardato l'area della Baia di Cook. Alcuni media americani riferiscono che le persone sono corse fuori dalle case e dai loro uffici in cerca di riparo. Sei minuti dopo la prima scossa se ne è verificata una seconda di assestamento, di magnitudo 5.8 con un epicentro ad un solo chilometro di distanza da Anchorage. In particolare almeno un edificio ad Anchorage avrebbe riportato delle crepe. Al momento non si segnalano vittime. La città è la più grande dell'Alaska e conta 300mila abitanti. Poi ha rivisto al rialzo la misurazione portandole a 7 gradi.

Papa Francesco, fuori programma con un bimbo di una delegazione veronese
Papa Francesco riflette sulla Prima Lettura in cui San Paolo spiega come la fede venga dall'ascolto e l'ascolto riguardi la Parola di Cristo, e ripete l'abc dell'annuncio cristiano.

Intanto l'allerta tsunami è stata diramata per l'Alto Pacifico occidentale, si temono ripercussioni fino alle coste asiatiche.

Comments