Come sta Schumacher: Padre Georg racconta il suo incontro col campione

Adjust Comment Print

La famiglia ha respinto le richieste di Rubens Barrichello, il suo ex compagno in Ferrari, e di Willi Weber, il manager sportivo tedesco, che ha scoperto "Schumi" nel 1988. L'arcivescovo e prefetto della Casa Pontificia è andato a fargli visita e l'ha trovato così.

Nel 2016, l'arcivescovo Ganswein ha fatto visita al campione di Formula Uno e in più interviste l'uomo ha raccontato questo suo incontro con Michael Schumacher.

"Ho conversato con Corinna e con sua madre, poi il terapeuta di Schumacher mi ha portato in salotto - ha riferito alla Bild il religioso -".

Ha rilasciato un'intervista al settimanale tedesco Bunte, Padre Georg.

Formula 1 - Vettel: "Complimenti a Hamilton, saremo più forti nel 2019"
Prima della gara il team gli ha dedicato una festa, per lui che è stato l'ultimo campione mondiale della Ferrari . Un addio celebrato da Hamilton e Vettel in modo molto più divertente della gara che avevano appena terminato.

Ora, l'Arcivescovo Georg Ganswein riferisce qualcosa in più, sulle condizioni di Michael Schumacher: "Ero seduto di fronte a lui, gli tenevo entrambe le mani e lo guardavo. La sua faccia è quella che noi tutti conosciamo, solo un po' più piena". "Non me la sono sentita di pregare con lui, perché non sapevo se lo volesse". Ogni curiosità morbosa resa pubblica per la verità serve a poco, se non a rischiare di ferire la famiglia e il ricordo straordinario che tutti abbiamo del campione.

La famiglia di Michael Schumacher - il pilota tedesco di Formula 1 coinvolto in un grave incidente sugli sci il 29 dicembre del 2013 - ha cercato di mantenere sempre la massima privacy sulle sue condizioni di salute, evitando che immagini o informazioni molto dettagliate finissero sulla stampa.

Michael Schumacher "sente l'amore delle persone che sono intorno a lui e che grazie a Dio lo tengono lontano dai curiosi". In questo periodo natalizio, prego spesso per Michael Schumacher e la sua famiglia. "La famiglia è un nido in cui Michael è protetto e di cui ha assolutamente bisogno". "Il Natale è la festa della nascita di Cristo, l'incarnazione dell'amore divino", sono le sue parole di conforto.

Comments