Tlc: 28 giorni; multe 2,4 mln Agcom a Tim e Wind Tre

Adjust Comment Print

La questione del contendere è quella delle fatturazioni a 28 giorni, introdotte nel 2016.

Giustizia è stata fatta grazie all'Associazione Garante per i diritti del Consumatore (AGCOM) che ha imputato a TIM e Wind la colpa di aver adottato una scarsa politica di trasparenza per le offerte. Tim è stata sanzionata in due delibere, una per 464.000 euro e la seconda per 1,044 milioni di euro (per un totale di circa un milione e mezzo), mentre a Wind Tre è stata comminata una multa da 870.000 euro. A quel punto, le compagnie avevano applicato degli sconti, riducendo così l'aumento all'8,3%.

E se per Tim la batosta è piuttosto elevata, Wind si 'salva' perché ha restituito quell'aumento dello 0,3% di differenza ai clienti e ha fornito loro un bonus in minuti e chiamate. "Anche se la multa è certo inferiore all'illecito guadagno ottenuto dalle compagnie telefoniche per non aver rispettato fin dal 23 giugno 2017 la fatturazione mensile, è una bella notizia che siano state multate per quando poi sono state costrette a tornarci per via dell'entrata in vigore della legge 4 dicembre 2017, n. 172" afferma Massimiliano Dona, presidente dell'Unione Nazionale Consumatori.

Il mondo del cinema in lutto: addio a Ennio Fantastichini
L'attore si era separato dalla moglie da cui nel 1996 aveva avuto un figlio, Lorenzo Fantastichini , oggi affermato artista. Da tempo malato, era ricoverato nel reparto di rianimazione dell'azienda ospedaliera universitaria Federico II.

Le società hanno 60 giorni per impugnare le delibere.

Per entrambe la violazione riguarda gli "obblighi di trasparenza e diritto di recesso in merito alla modifica delle condizioni economiche delle offerte di telefonia mobile".

Comments