Di Maio scioglie l'azienda di famiglia finita al centro delle polemiche

Adjust Comment Print

"Dall'alto della propria ipocrisia hanno tentato di infangare il nome di Luigi per un bidone, una carriola e qualche calcinaccio abbandonati nella proprietà del padre, coprendosi di ridicolo perché Luigi era totalmente estraneo alla vicenda".

"Se l'onorevole Luigi Di Maio, invece, ha scelto - dopo essere stato eletto - di fare il prestanome al padre per le sue attività edilizie dovrà spiegare il perché in Parlamento".

"Era pagamento in contanti, non in nero: una semplice differenza che in sede di tribunale sarà facilmente dimostrabile".

Istat, la disoccupazione torna a crescere: a ottobre tocca il 10,6%
Ancora nel mese di ottobre , gli inattivi 15-64 anni sono diminuiti dello 0,6%, mentre il tasso di inattività è sceso al 34,2%. La diminuzione coinvolge uomini e donne e si distribuisce in tutte le classi di età ad eccezione dei 25-34enni.

Dopo queste rivelazioni è intervenuto anche il Movimento 5 Stelle, parlando in una loro nota di curiosità nel "sapere come adesso il Pd commenterà la vicenda venuta fuori sui lavoratori senza contratto gestiti da Matteo Renzi e suo padre, quando li mandavano a distribuire giornali a nero nella loro Firenze".

Secondo Miceli il patrimonio è stato "trasferito palesemente e illegalmente alla ditta" aperta da Luigi Di Maio e dalla sorella Rosalba nel 2012 e divenuta operativa (stando alle dichiarazioni del vicepremier) nel 2014. "Mai visto un contratto, alla Speedy il contratto, forse, ce l'avevano in tre o quattro". R.: Non so se alcune cartelle si estingueranno, ma resta il fatto che su un debito di circa 180.000 euro questo non migliorerebbe in maniera significativa la situazione di mio padre. La strategia di attacco del Partito Democratico è chiara: da un lato evidenziare come anche il padre di Di Maio abbia delle "colpe" dall'altro puntare il dito direttamente contro il ministro del Lavoro come parte in causa e non vittima a sua insaputa degli errori dei genitori. "Sembrerebbe che gli 80 mila euro della ditta individuale si siano trasferiti così alla Ardima". Ho un decreto semplificazione da portare in Consiglio dei ministri mercoledì, quello che dovevamo dire l'abbiamo detto, chi si doveva prendere le responsabilità se le è prese. Prima con la ditta individuale, Antonio Di Maio aveva debiti per centinaia di migliaia di euro.

Lo scorso servizio delle Iene ha aperto un vero e proprio vaso di Pandora per quanto riguarda gli affari della società della famiglia Di Maio.

Comments