Salvini: "Confinsustria è stata zitta per anni: ora ci lasci lavorare"

Adjust Comment Print

"Noi facciamo una manovra seria che non dipenderà dallo zero virgola ma dai contenuti". Ora ci lasciassero lavorare e l'Italia sarà molto migliore di come l'abbiamo trovata'. All'indomani della manifestazione di Torino, che ha visto gli industriali chiedere impegni sulle infrastrutture e sulla crescita economica, Salvini ha attaccato l'associazione di viale dell'Astronomia rimproverandola di aver taciuto per anni mentre gli imprenditori venivano "massacrati". Così il ministro dell'Interno e vice premier, Salvini, alla Basilica di San Giovanni, a Roma, per la messa di Santa Barbara, patrona dei Vigili del Fuoco.

Nissan Leaf Nismo RC: manca poco al debutto - Ecologiche
Il nuovo modello è leggermente più lungo rispetto alla versione precedente, pari a 4.546 millimetri e un passo di 2.750 millimetri.

"Se Salvini prepara 12 caffè noi ci andiamo". "Il 2%? È un numero su cui si esercitano giornalisti e commissari Ue, noi badiamo alla sostanza e a trovare risorse", specifica il ministro dell'Interno, Matteo Salvini a chi gli chiede se l'obiettivo sia la riduzione al 2% del rapporto deficit-Pil. Tav, l'Italia in Europa', e si è svolto, simbolicamente, lì dove alla fine dell'800 si riparavano i primi treni italiani. "Si parte dalla Tav, si pone la questione infrastrutture in senso largo, grandi e piccole, e si pone un auspicio che è quello di attenzione alla crescita", afferma Boccia. È bene che si faccia delle domande, che questo governo ascolti la voce degli imprenditori italiani senza fare battute. "Il messaggio di oggi è un richiamo alla politica e al governo da parte dei corpi intermedi dello Stato: avere il senso del limite", conclude. Secondo Boccia il governo "sta trascurando il motore della crescita", e tutto è spostato sulla spesa corrente. Non c'è niente per la crescita se non appena 5 miliardi. "Questo comporta la necessità di rivedere la manovra in chiave cosiddetta anti-ciclica". "Le nostre proposte sono note", ha aggiunto, "intanto aprire cantieri e non chiuderli motivo principale dell'iniziativa di lunedi' e poi pagare alle imprese i 65 miliardi dovuti dalla pubblica amministrazione, raddoppiare l'importo previsto dal fondo di garanzia per venire incontro alle esigenze di credito delle aziende, azzerare tasse e contributi sui premi di produzione per favorire lo scambio salario-produttivita', abbassare il cuneo fiscale, avviare una grande stagione d'inclusione dei giovani nel mondo del lavoro".

Comments