Genoa, Juric resta al suo posto. Perinetti: "Abbiamo riflettuto, non servono scossoni"

Adjust Comment Print

Il Torino di Walter Mazzarri ospita il Genoa di Ivan Juric per la 14ª giornata di Serie A. Per quanto riguarda la Serie A "pre 1929", si contano 10 confronti, con un bilancio in parità: 4 vittorie per parte (e 2 pareggi), ma coi granata avanti 21-17 nel conteggio delle reti. Con un pò più di qualità, nella ripresa, saremmo potuti essere molto più pericolosi, ma con il Torino non è mai una partita facile e magari non abbiamo recuperato tutte le energie spese nel derby - ammette il secondo di Juric - . "I Granata difendono più a uomo e sono fisicamente devastanti".

"Fiducia a Juric ci abbiamo riflettuto e abbiamo ritenuto che non ci sia la necessità di dare scossoni".

"Sulla carta è meglio di noi, come dimostra il fatto che il Torino è stato in grado di acquistare giocatori che il Genoa ha invece dovuto vendere". Questo è il mio rammarico.

Modica, Giornata mondiale contro l'Aids. Apre ambulatorio al "Maggiore"
Per questo motivo, si fa prevenzione dalle attività nei centri sanitari e nei consultori familiari all'educazione nelle scuole. Questo comportamento porta alla diffusione anche inconsapevole dell'infezione e ad un ritardo nell'accesso alle cure .

La squadra genoana, a ridosso dell'Europa League con Davide Ballardini, si trova ora pericolosamente vicina alle zone calde della graduatoria, con soli quattro punti di margine dalla zona B.

Mazzarri si è ripreso dal malore della settimana precedente e ha ripreso il suo posto sulla panchina del Torino. In totale il suo score da tecnico del Genoa è di 41 punti conquistati in 51 partite disputate, con una media a gara di 0,8 punti che, se proiettata nell'arco di un campionato porterebbe un risultato finale di 30,5 punti totali, dunque una classifica da retrocessione. Speriamo che ci giri un po' di fortuna.

Comments