Panico al concerto di Sfera Ebbasta: 6 morti e 14 feriti gravi

Adjust Comment Print

Nella notte dell'8 dicembre, a Corinaldo in provincia di Ancona, erano in tantissimi ad attendere di assistere al concerto di Sfera Ebbasta presso la discoteca 'Lanterna Azzurra'.

Nella calca gigantesca che si è creata, c'erano circa un migliaio di persone nella discoteca, 6 giovanissimi sono morti. A spiegarlo, una nota diffusa dagli Ospedali Riuniti di Ancona dove il Piano di Emergenza è stato attivato alle ore 3,45, quando "è stata convocata l'Unità di Crisi, e tutti i reparti direttamente o indirettamente interessati sono stati allertati e messi immediatamente nelle condizioni di piena operatività". Il suo racconto è confuso. I primi ragazzi sono cosi' finiti nel fossato, un metro sotto il ponticello, e sono stati schiacciati da tutti gli altri. È il racconto di un sedicenne rimasto ferito nella calca nella discoteca Lanterna azzurra di Corinaldo. Sfera Ebbasta ha ringraziato chi è intervenuto per soccorrere i feriti. Si contano infatti 35 persone in ospedale, tra cui 12 in pericolo di vita. A inizio novembre, sempre per l'utilizzo di uno spray urticante, il pubblico di un concerto del rapper Achille Lauro all'Alcatraz di Milano scappò precipitosamente dal locale: in quel caso non ci furono feriti gravi. Le indagini stanno vagliando vari elementi, tra cui la testimonianza sul mancato funzionamento di un'uscita di emergenza. La struttura ospedaliera, che sta assistendo altri sei ragazzi che hanno riportato ferite più lievi, sta attendendo l'arrivo di un ottavo giovane in codice rosso proveniente dall'ospedale di Senigallia. Il fatto è accaduto intorno all'una di notte.

Keystone
Keystone

Il commento di Matteo Salvini su Facebook sulla tragedia di Ancona, dove sei ragazzi minorenni sono morti ad un concerto di Sfera Ebbasta: "Non si può morire così a 15 anni, un pensiero e una preghiera per i sei morti di stanotte nelle Marche, e una speranza per i tredici feriti gravi ancora ricoverati". Sfera Ebbasta, al secolo Gionata Boschetti, è salito alla ribalta grazie alla pubblicazione dell'album XDVR, riscuotendo una certa popolarità. Sei addetti alla sicurezza sono stati portati in caserma per raccogliere le loro testimonianze.

Jane Alexander spiega perché è così magra e assicura: "Non sono anoressica"
Quando Gianmarco mi ha regalato un anello, sembrava fosse un anello di fidanzamento, ma ha detto chiaramente che non lo era. Ha inoltre aggiunto che nella casa ha capito di amarlo ma vuole una persona che sceglie e di cui non può fare a meno.

Comments