Serie A, le pagelle di Cagliari-Roma: eroico Sau, delude Schick

Adjust Comment Print

Allo scadere dei 5 minuti di recupoero succede di tutto: il Cagliari rimane in 9 per le espulsioni di Ceppitelli e Srna ma Sau in contropiede punisce la Roma e la riacciuffa per un incredibile 2-2. Per la Roma una pessima avventura che acuisce ulteriormente la sua crisi e aumenta la lunga lista di brutte figure in questa stagione. Alla Sardegna Arena finisce 2-2 con un gol di Sau al quinto minuto di recupero.

Evitando di allungare le assenze nella serie di infortuni che già hanno tormentato la Roma nell'ultimo periodo (De Rossi, Pastore ancora non al 100% e in panchina, idem Perotti, El Shaarawy, Lorenzo Pellegrini con addirittura più ricadute e Dzeko), Di Francesco all'ultimo è riuscito a recuperare Manolas, evitando di ricorrere a Marcano. Esce Farias ed entra Sau per i rossoblù mentre tra i giallorossi esce Kluivert e al suo posto entra Luca Pellegrini. E non solo in quella di gioco. In avanti forfait di Pavoletti, fermato nel riscaldamento da un problema muscolare. Per Maran invece Cragno in porta, Srna, Ceppitelli, Klavan, Padoin in difesa, Faragò, Bradaric, Ionita a centrocampo, Joao Pedro dietro le punte Farias e Cerri. Il Cagliari rimonta la Roma e coglie un pareggio insperato grazie al gol di Sau al 95', arrivato in doppia inferiorità numerica. Ma non è riuscito ad evitare di andare sotto, come gli capita spesso nella prima fase della partita. Al 14' con la rasoiata di Cristante arriva il vantaggio: il centrocampista ha messo a segno un gol dalla distanza, con il piede non 'suo', il sinistro. Poi il 2-0, con punizione di Kolarov deviata da Cerri.

Sully, il cane di Bush padre veglia ancora la bara del padrone
Momento di grande commozione per la famiglia Bush quando il feretro ha lasciato Capitol Hill, con l'ex presidente George W. Oggi si terrà una cerimonia ufficiale e nel Paese sarà lutto nazionale dichiarato dal Presidente Trump.

16′ - Roma vicinissima al raddoppio con un tiro di Under che si coordina molto bene. Mazzoleni dopo un lungo tergiversare va al Var a rivedere l'azione, ma non concede il penalty, ritenendo involontario il tocco del serbo. E' comunque riuscito il Cagliari a riaprirla la partita, a pochi minuti dalla fine. Nel secondo tempo il Cagliari comincia a crescere e sfiora il gol diverse volte, trovandolo alla fine con Ionita sugli sviluppi di un calcio d'angolo. Solamente nel finale i sardi hanno provato la reazione, dopo che Cragno ha salvato la propria porta dalla goleada.

L'episodio chiave è un fallo di Faragò su Olsen che para a ripetizione e poi resta a terra perdendo tempo, l'arbitro Mazzoleni si ritrova circondato e sommerso dalle proteste.

Comments