Marcin Patrzalek vince Tu sì que vales 2018: il riassunto della finale

Adjust Comment Print

Da Belen Rodriguez passando per i giudici del Talent, De Filippi, Zerbi, Mammuccari e Scotti, il programma in prima serata di Canale 5 ha tenuto incollati davanti alla Tv milioni e milioni di italiani, sabato dopo sabato. A contendersi la vittoria insieme ai nostri artisti saranno i ballerini acrobati di tango aereo, la cantante Virginia De Lutti, il chitarrista Marcin Patrzalek, il mago Raffaello Corti, l'orchestra MagicaMusica con artisti disabili e la ginnasta Giulia Piolanti.

La terza manche è stata aperta dal cantante lirico Paolo Anziliero.

La finale di Tu si que vales, così come le altre puntate, ha riscosso un grande successo con il 29,8% di share con circa 5.325.000 spettatori.

Tragedia in discoteca, sembrerebbe ci siano dei campobassani coinvolti
La discoteca era il Mamamia: era da poco trascorsa la mezzanotte quando qualcuno spruzzò spray urticante tra la folla. Si sta cercando di ricostruire la dinamica dell'evento e di scoprire chi potrebbe avere usato lo spray urticante .

Marcin Patrzalek è il vincitore ufficiale di quest'ultima edizione del talent. Si tratta del musicista Marcin Patrzalek, 18 anni, polacco.

La popolarità è arrivata con le cover di alcune canzoni famose pubblicate su Youtube, in particolare 'Toxicity', pezzo dei System of a Down con cui ha ottenuto centinaia di migliaia di visualizzazioni. Ha già pubblicato il suo primo album che si chiama "Hush" e contiene dieci tracce. Marcin aveva già vinto nella sua terra natale, la Polonia, il talent show Must Be The Music Poland. Suona la chitarra acustica, classica, flamenco e jazz, e produce anche musica elettronica, che studia da solo. Marcin ha sottolineato che utilizzerà i 100 mila euro del premio per continuare a studiare chitarra in America. In studio ha ringraziato il pubblico e i telespettatori con ripetuti inchini. I due si sono scambiati un abbraccio molto sportivo al termine della lotta, ma il nostro lottatore è apparso visibilmente affranto.

Comments