Calabria e Trentino in lutto: è morto Antonio Megalizzi

Adjust Comment Print

"Vi preghiamo di rispettare il nostro momento doloroso". "Sono particolarmente vicino - ha aggiunto Mattarella - al dolore della famiglia, della fidanzata e degli amici del giovane reporter italiano vittima dell'odio criminale e del fanatismo propugnato dal sedicente "Stato islamico".

Chi era Antonio Megalizzi - La radio era la grande passione di Antonio.

Fonti del ministero dell'Interno, qualche ora prima dell'uccisione di Chekatt, hanno spiegato al Parisien che non si era ancora scoperta nessuna cellula terroristica a lui collegata.

Collaborava da anni con vari media trentini: sede Rai regionale, il quotidiano online "La voce del Trentino", Radio 80 Forever Young di Rovereto dove era direttore artistico. A Strasburgo Antonio doveva raccontare l'assemblea plenaria del Parlamento europeo per Europhonica, un progetto radiofonico universitario. Studio, comunicazione e tanta voglia di comunità europea. Qui Sami, un fratello di Chekatt, sarebbe considerato un soggetto fortemente radicalizzato, ma non si sa se possa aver legami con l'azione compiuta da Cherif a Strasburgo. Prometto di mettere tutta l'attenzione, l'entusiasmo, l'impegno e la dedizione necessari': "Antonio non ha mai tradito questa promessa - conclude Fracasso - e anche per questo il suo ricordo è così vivido e la sua scomparsa così dolorosa".

Chiara Ferragni nuda su Instagram: è bufera sui social
Se vuoi restare aggiornata su tutto ciò che riguarda Chiara Ferragni CLICCA QUI ! Per ingannare il tempo commento l'ultima foto di Chiara .

Il momento del ferimento è stato raccontato così a Repubblica da Caterina e Clara Rita, due amiche che si trovavano con lui, martedì sera. Intanto, i servizi di intelligence francesi stanno verificando l'attendibilità del messaggio di rivendicazione dello Stato Islamico. Il giovane si trovava a Strasburgo per lavoro: era stato ferito da un colpo alla testa e le sue condizioni erano risultate subito drammatiche. Imponente lo schieramento delle forze dell'ordine, moltissimi i turisti. Cherif Chekatt, il killer dei mercatini di Natale, è morto ieri sera. Il ragazzo, originario della Calabria ma cresciuto a Trento, ha lottato per tre giorni tra la vita e la morte nell'ospedale della cittadina francese. Lo annuncia la procura di Parigi, senza fornire l'identità del deceduto (Ansa). In tantissimi, fra parenti, amici e conoscenti, gli hanno dato l'ultimo saluto durante la preghiera del venerdiì.

Antonio Megalizzi va ad aggiungersi alla triste epigrafe dei giovani italiani morti in un attentato terroristico in giro per l'Europa. Per questo ti diciamo un profondo "grazie". Moresco, anche a nome della famiglia di Antonio, "chiede la massima riservatezza".

Brutte notizie, purtroppo, da Strasburgo. Era stato anche in carcere. "Siamo tutti scioccati" aveva scritto ieri la moschea, precisando che la salma di Kamal verrà sepolta a Meinau, il cimitero musulmano di Strasburgo.

Comments