## Stasera vertice decisivo su manovra, si cercano altri 3,5 mld

Adjust Comment Print

Il summit doveva servire per superare i nodi relativi alla manovra: dall'ecobonus al reddito di cittadinanza e alla riforma delle pensioni. "Questi giorni sono importantissimi perché manca pochissimo all'approvazione di una legge di bilancio che contiene misure che tutti dicevano sarebbero state impossibili da realizzare", ha scritto stamani Di Maio in un post sul blog del M5s. Garavaglia ha quindi precisato che il pacchetto di emendamenti del governo di cui si è parlato finora, fatto di circa una trentina di proposte, potrebbe essere meno corposo.

"Ho letto questa dichiarazione che il reddito di cittadinanza piace ad un'Italia che non piace a Giorgetti: a me piace tutta l'Italia, dalla Sicilia alla Valle d'Aosta e sono veramente orgoglioso dei nostri concittadini di ogni regione". "Insomma dentro c'è tutto quello che ci serve per attuare quel cambiamento di rotta che ci hanno chiesto gli italiani con il voto di marzo" sostiene Di Maio. La Lega prova infatti a fermare non solo l'ecotassa sulle auto più inquinanti, ma anche agli incentivi per i veicoli ecologici. E torna sullo sfondo lo scontro, all'interno del Governo, con l'ala moderata, rappresentata da Conte e dal ministro dell'Economia, Giovanni Tria.

YOUTUBE Brexit, lite May-Juncker: "Come mi hai chiamato?"
Brexit , ultime notizie: verso il "no deal"? "No, non l'ho mai fatto" sarebbe la risposta di Juncker. "Mi hai definiti 'fumosa'". Il voto si terrà dunque dopo la ripresa dei lavori parlamentari e prima della data limite fissata dal governo del 21 gennaio.

A tarda notte, a riunione ancora non finita, erano rimbalzate voci secondo cui Conte, di fronte ai "no" dei suoi vice, avrebbe messo sul tavolo il suo incarico in caso dell'apertura di una procedura di infrazione da parte dell'Ue. A Palazzo Chigi il vertice tra il presidente del Consiglio, Giuseppe Conte, e gli esponenti del governo dovrà decidere le modifiche alla manovra necessarie dopo la trattativa con la Commissione europea. Passi avanti notevoli vengono invece fatti sull'ecotassa. Previsti bonus fino a sei mia euro per auto elettriche e ibride. La platea, fa così sapere il governo, resta invariata (5 milioni) e il taglio c'è - è la spiegazione offerta - ma solo perché rispetto al progetto iniziale l'avvio sarà posticipato a fine marzo. Da quanto sembra l'ecotassa 2019, sarà soltanto per quelle immatricolazioni delle nuove auto di lusso e non è ancora chiaro per quali auto nello specifico, bisognerà pagare il balzello ed anche con quale metodo si misurerà l'appartenenza al segmento lusso.

Tagliati i premi Inail per un totale di 600 milioni risparmiati; la Lega incassa l'innalzamento per i sindaci della soglia sugli appalti diretti da 40 mila euro a 600 milioni di euro. La manovra comincia comunque a prende forma e, assicurano a Palazzo Chigi, in giornata gli accordi presi stanotte saranno spiegati nei dettagli.

Comments