Bertè, Il Volo, Motta e Einar in gara a Sanremo

Adjust Comment Print

Ha seriamente rischiato di essere squalificato [VIDEO] dalla competizione il trionfatore della prima serata di Sanremo Giovani. Vanno ad aggiungersi a Motta, Ghemon, agli Zen Circus, a Irama, a Ultimo già annunciati ieri e al subentrato Einar. Vuol dire che non c'è più diffidenza verso il Festivalone e questo è il merito maggiore di Claudio Baglioni, che è riuscito laddove altri direttori artistici non avevano osato arrivare.

Nella serata di venerdì i primi big annunciati sono stati Federica Carta e Shade con la canzone "Senza farlo apposta", poi Patty Pravo con Briga con "Un po' come la vita", seguiti dai Negrita che canteranno "I ragazzi stanno bene". Singolare anche la combinazione che segna il ritorno di Nino D'Angelo associato a Livio Cori, rapper napoletano di 27 anni che è anche il personaggio di O' Selfie in Gomorra.

Boom di mammoni: troppi i figli che restano in casa
La Spagna si avvicina al dato italiano con il 42,8% dei giovani tra i 25 e i 34 anni a casa con i genitori (49,1% tra gli uomini). La solfa è sempre quella: noi italiani siamo un popolo di mammoni, o peggio ancora bamboccioni .

E poi due novità per il festival, ma che novità non sono affatto, come Zen Circus e Motta, che si sono guadagnati sul campo il loro posto d'onore al festival (in quota "post" indie). Pippo Baudo e Fabio Rovazzi, durante Sanremo Giovani, hanno dispensato a piccole dosi, da bravi padroni di casa, i primi 11 big che parteciperanno al prossimo festival di Sanremo dal 5 al 9 febbraio (gli altri 11 saranno svelati domani sera). La prima serata è andata un po' meglio di un anno fa (due punti in più con il 13,09 per cento e 2,4 milioni di spettatori), ma è stata decisamente sottotono in una giornata televisiva senza concorrenza.

Questa mattina i mezzi di Rai Uno si sono dati appuntamento presso il distributore di benzina in via Padre Semeria, nei pressi dello svincolo autostradale, per girare alcune riprese promozionali del Festival. Nigiotti (ex di Amici e X Factor) torna sul palco dopo aver partecipato come Nuova Proposta nel 2015. Quanto alla pattuglia di derivazione etnica (c'erano anche la marocchina lussemburghese Nyvinne, e in qualche modo anche il cantautore pop rock funky reggae di padre italo argentino Saita con Niwrad) l'egiziano milanese Mahamood, con Gioventù bruciata si è fatto notare per la sua potenza vocale.

Comments