Nainggolan, clonato un assegno. Ma si scoprono ingenti perdite al Casinò

Adjust Comment Print

E tra le vittime del raggiro c'è anche Radja Nainggolan, il centrocampista belga dell'Inter, che qualche settimana fa si è recato in una stazione dei carabinieri di Milano per sporgere denuncia, accompagnato da un uomo di fiducia della società nerazzurra. Nainggolan ha scoperto, infatti, che sono stati rubati i codici di alcuni suoi libretti degli assegni e attraverso questo "gioco" prelevati 150 mila euro dai suoi conti nella banca Mediolanum. Tutto risolto, dunque, o almeno così pare.

Non se la passa bene Radja Nainggolan. Serate al casinò che sarebbero molte e corpose le sue perdite. Queste indagini però hanno portato alla luce anche la passione sfrenata di Nainggolan per il casinò di Montecarlo: l'assegno clonato da 150mila euro infatti era destinato proprio a coprire le spese di una serata dello scorso mese di agosto. La sua prima squadra è il Piacenza, esperienza che precede l'esplosione a Cagliari - dove gioca dal 2010 al 2014 - e la successiva affermazione alla Roma, dove si impone definitivamente come uno dei centrocampisti più forti e completi di tutta la Serie A.

Bimbo di un anno muore soffocato mentre mangia
Viste le gravi condizioni è stato richiesto l'intervento dell'elisoccorso che, partito da Cagliari , è arrivato in pochi minuti. A tratti sembrava che Keita potessi riprendersi, purtroppo però alle 11.30 il suo cuore ha smesso di battere .

È dunque facile immaginare come quest'ultimo episodio, che svela le sue numerose frequentazioni al Casinò di Montecarlo avvenute proprio nel momento in cui si stava inserendo in una nuova realtà, unite a un rendimento che anche a causa di qualche acciacco fisico non è stato ancora al 100% di certo lo porteranno nuovamente nel mirino di chi non perde occasione per mettere in dubbio il suo essere professionista.

Comments