Si butta nel Tevere, si cercano le sue bambine di sei mesi

Adjust Comment Print

Ci siamo svegliati alle 3 per la poppata, sembrava tutto normale, ci siamo riaddormentati, o meglio pensavo che anche mia moglie si fosse riaddormentata. Continuano le ricerche delle due figliolette di 5 mesi. Gli investigatori sono sempre più certi che la donna abbia portato con sé le sue bimbe, gettandosi insieme a loro nel fiume. Si chiamava Pina Orlando ed era originaria di un piccolo paese del Molise la donna di 38 anni morta questa mattina dopo essersi gettata nel Tevere.

Giuseppina si è trasferita da un piccolo centro in provincia di Isernia a Roma per portare avanti una gravidanza, quella delle sue due piccole gemelle, molto difficile sin da principio. "Quando sono arrivato c'era tantissima polizia - racconta il titolare di un box di fiori - cercavano dappertutto". E' salita sul parapetto ed è sembrato quasi che scivolasse di sotto. Non ha il tempo di realizzare quanto accaduto nell'immediato. La corrente infatti potrebbe aver trasportato i corpicini lontano. Intanto la Procura ha aperto un'inchiesta e si indaga per omicidio suicidio.

Francesco D.P., ingegnere quarantenne, aveva appena scoperto che la moglie era uscita con la bambine senza prendere né cellulare né carrozzine. "Una tragedia enorme" ripetono i vicini di casa della coppia che da qualche mese viveva al pian terreno di uno stabile di Testaccio.

Francesco Chiofalo: "sono incaz*to, ho un tumore al cervello"
Una prospettiva che, come è facile immaginarsi e come si capisce chiaramente dal racconto, genera non poche ansie. Inizia dicendo che per lui è difficile fare questo video , che vorrebbe sia solo uno scherzo.

Le gemelline sono nate, premature, a luglio.

Praticamente questa donna ha vissuto quattro mesi di ferite, suture emotive, tentativi disperati di non lasciarsi sopraffare dalla paura e dal panico, preoccupazioni e speranze. I poliziotti hanno così unito gli elementi e accertato che il corpo ritrovato e la donna scomparsa erano la stessa persona, dunque sono scattate le ricerche delle piccole. Una depressione che avrebbe spinto la donna al gesto estremo.

Comments